FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

Wedding Planner - Via Villa della Regina, 4 - 10131 Torino - Viale delle Betulle, 1 - 10048 Vinovo (Torino)
Chiamaci: +39 344 2381831 it
ruen

Skip to Content

Blog Archives

Today’s Outfit: Invitata ad una Cerimonia di Laurea

Graduation invitees, look, fashion, celebration

Graduation invitees, look, fashion, celebration

I giorni scorsi sono stata invitata ad una cerimonia di laurea al Politecnico di Torino.

Sapevo che, dopo la proclamazione, saremmo andati a festeggiare con un veloce aperitivo in una storica caffetteria nella zona.

Faceva anche molto caldo e la giornata si prevedeva ostile nei confronti di un look eccessivamente formale!

Ho voluto costruire un look chic, formale ma non troppo, e soprattutto fresco! 3 caratteristiche non semplicissime da ottenere in un solo outfit mantenendo sempre l’armonia tra nuance e tessuti ed un bilanciato equilibrio nelle scelte stilistiche.

Se siete curiose di sapere quale outfit ho scelto per una Graduation Ceremony, leggete oltre:

Ho scelto di puntare su un tailleur estivo, dalla linea decisamente fitted, ricamato con dei piccolissimi trafori a mandorla, in tinta neutra, un beige.

La giacca, corta e aderente, tenuta aperta con un solo bottone centrale sul davanti e scollatura con revers, ha le maniche tre quarti; il pantalone scende stretto-stretto sulla gamba e arriva fino alla caviglia scoprendo il malleolo, terminando con un piccolissimo spacco baciato.

Ho scelto, poi, un top color latte, lungo fino a sfiorare quasi il bacino, molto leggero, in un tessuto quasi impalpabile, plissettato, con un micro orlo piombato a formare una delicatissima rouge lungo tutta la bordatura. Scollatura a metà tra un girocollo e una scollatura alla coreana, avvolgente attorno al collo per un paio di centimetri, che scende con un taglio all’americana lungo la linea delle spalle.

Come accessori ho puntato su un paio di semplicissimi orecchini, due micro cerchietti in oro giallo incastonati di una pioggia di brillantini come punto luce, e un bracciale-bijoux importante, una fascia golden di circa 8 cm.

Per dare quel tocco leggermente informale e glam (al quale non voglio mai rinunciare), ho scelto di puntare su uno stacco deciso per gli accessori: un sandalo e una clutch in un scintillante rosa Schiapparelli!

Faceva troppo caldo per lasciare i capelli sciolti quindi ho raccolto la chioma in una treccia laterale a lisca di pesce (o a spiga).

Ultimo tocco: sono rimasta estremamente neutra con il make up. Essendo ancora un po’ abbronzata, non ho realizzato una base vera e propria. Ho scelto di puntare solo su una sottile linea di eyeliner e mascara per definire lo sguardo, una terra mat e un rossetto glossato in un color taupe, un rosa antico carico un po’ fangato (quasi con una punta di viola all’interno). Infine, manicure che riprende il rossetto, della stessa nuance.

 

Spero abbiate trovato il post interessante e possiate prendere spunti per le vostre occasioni formali!

Se avete un’occasione speciale e non spaete come vestirvi, o vorreste qualche suggerimento in merito, lasciate un commento sulla nostra company page Silvia Belli – Events oppure scrietemi al mail@silviabelli.com

Sarò felice di rispondere alle vostre domande e realizzare un post apposta per voi rispondendo alle vostre esigenze!

E, intanto, vi lascio con una gallery di immagini a cui ispirarvi!

 

 

READ MORE

La Gonna Lunga (o Long Skirt)

Glam, woman, long skirt, gonna lunga, fashion

Glam, woman, long skirt, gonna lunga, fashion

In questo post parlerò della Gonna Lunga, così di tendenza negli ultimi anni.

La gonna lunga è un capo splendido: pratico e comodo, nasconde le piccole imperfezioni, allunga e, di conseguenza, snellisce la figura, molto facile da portare ed è adatta un po’ a tutte le età!

Molto carina da indossare, la gonna lunga è però un indumento daily, giorno e anche prettamente legato alla bella stagione. Per questo è utile seguire alcune piccole accortezze per indossarla nel modo giusto!

Innanzitutto, è importante la lunghezza: il gonnellone deve essere lungo, fino a terra, sempre e comunque.

Inoltre, è un indumento legato al bel tempo: guai ad indossarla con calze, anche – e soprattutto – velate (orrore!).

 

L’Outfit

I contrasti sono sempre molto di tendenza quindi, durante la primavera quando le temperature non sono ancora soffocanti, possiamo permetterci di giocare con i contrasti ed indossare la nostra gonna lunga di chiffon plissettata accostandola ad un top stretto e plain oppure una t-shirt bianca con lettering infilata all’interno della gonna, con sopra un chiodo di pelle. Ai piedi, bikers borchiati!

Altrimenti, pensando alle calde giornate estive, possiamo indossarla così:

Essendo un capo giorno, molto casual, la gonna lunga, o gonnellone, va indossato sempre con scarpe basse: sandali ultra flat, infradito oppure sneakers (per chi proprio non vuole rinunciare a qualche centimetro in più esistono delle sneakers carinissime con la suola leggermente più alta rispetto alla classica). Oggi vanno molto di moda i gonnelloni elasticizzati a righe. Si trovano ovunque. Ecco, questo modello chiama esclusivamente la sneaker! Altri modelli di gonnelloni, invece, come i plissettati in chiffon oppure quelle in lino in stile hippie, etc, permettono più scelta: dalla sneaker al sandalo.

Un capospalla che si sposa bene al nostro gonnellone è il giubbino di jeans, che tutti noi abbiamo nell’armadio! Sia questo un classico giubbottino di jeans cropped (con maniche risvoltate però!) o, ancora meglio, uno smanicato, un gilet sempre in jeans.

Come top si possono scegliere T-shirt lettering o ancora T-shirt leggermente più ampie che scoprono una spalla, sempre da inserire dolcemente dentro la gonna. Tuttavia, creando volume sotto, se non si è perfettamente filiformi, io suggerisco di puntare su un top piuttosto aderente: un crop top, una canotta, liscia o anche a costine sottilissime, una camicetta bianca smanicata molto aderente e sciancrata, una t-shirt elasticizzata o in modal da inserire all’interno della gonna…

 

Come accessoriare il look

Un look casual non richiede troppi accessori. Un raccolto spettinato in testa, una borsa giorno, a sacco o a bauletto, sempre in pelle, un occhiale da sole importante, magari una collana lunga con un pendente ispirato al mondo hippie oppure una bella sciarpa in lino avvolta distrattamente attorno al collo, ed il nostro giorno casual è pronto e accessoriato!

Se magari abbiamo un’occasione per cui vogliamo essere più stylish, possiamo sempre giocare con maxi bracciali gold oppure una corposa catena gold al collo, o ancora un paio di orecchini vistosi; una maxi clutch o una busta particolare, magari in un colore a contrasto e fluo, su stampa pitonata o cocco (la raffinatezza? Nailpolish e clutch della stessa nuance!).

Immancabile l’occhiale da sole, sempre importante!

 

Dunque, facendo un breve recap, le regole base per indossare una gonna lunga al meglio sono queste:

  • La lunghezza della gonna deve raggiungere praticamente terra
  • Il gonnellone va indossato rigorosamente con flats o sneakers
  • Se abbiamo una gonna a vita alta, come i trend impongono, possiamo mettere in risalto il nostro punto vita inserendo i top aderenti all’interno della gonna oppure scegliendo crop tops, anch’essi molto di tendenza. Se invece la gonna è a vita normale o bassa, va indossarla con top stretti e lunghi quasi fino al bacino in modo da evidenziare le forme e nascondere il cinturino della gonna e, poi, spezzare la lunghezza del busto con un gilet in jeans stretto e corto (questo non deve scendere al di sotto del punto vita! Questa accortezza, infatti, serve proprio a “tagliare” l’effetto di lunghezza del busto e, in qualche modo, definire il punto vita.).

 

Spero che queste piccole accortezza vi siano state utili.

Sicuramente si tratta di pezzi basici che tutte noi abbiamo già nell’armadio. Questo ci permette di giocare e mixare i capi che già abbiamo, senza doverne acquistare di nuovi e risparmiando così… in attesa della prossima Fall/Winter!!

 

READ MORE

Occhi rossi? No problem!

Make-Up, Base perfetta, Trucco, Fashion, Strobbing

Make-Up, Base perfetta, Trucco, Fashion, Strobbing

Ecco alcuni consigli per chi convive con il dramma degli occhi irritati e rossi!

Chi trascorre diverse ore allo schermo o chi ha gli occhi particolarmente sensibili o, ancora, è allergico, spesso combatte contro gli occhi rossi. Il trucco, le polveri, il Kajal, la matita… sono spesso fattori che accentuano il rossore dei nostri occhi facendoci apparire delle mezze zombie. (Tra l’altro è scientificamente provato che trucchi dalla pigmentazione nera sono ancor più irritanti.).

Il trucco non solo aumenta l’irritazione ma ne esalta anche il rossore! Per chi ha spesso gli occhi rossi, quindi, ideale sarebbe optare per un make up naturale vedo-non-vedo che definisca appena appena il contorno dell’occhio per allungarne la forma (un velo di ombretto color champagne e giusto una linea sottile di eye-liner, possibilmente in gel, sulla palpebra mobile a filo con l’attaccatura delle ciglia e tra le ciglia stesse, partendo da metà occhio verso l’esterno) ponendo l’accento, piuttosto, sul resto del viso e su una base impeccabile, perfetta, fresca e luminosa, ottenuta con i dovuti prodotti d’inverno e con la tecnica dello strobbing d’estate (tecnica che alleggerisce il visto evitando l’accumulo di prodotto dovuto al sebo in eccesso causato dal caldo e dall’afa delle calde giornate estive, sconsigliata solo a chi già soffre di pelle molto grassa).

Osare, poi, col rossetto per donare maggiore luminosità e vivacità al volto (tip: colori accesi sulle labbra danno un aspetto al volto più riposato e fresco! Attenzione agli aranciati: molto belli ed estivi ma da evitare se non si hanno denti proprio bianchissimi). Inoltre è importante ricordarsi uno step fondamentale: far precedere, alla stesura del rossetto, la matita applicata non solo sul contorno labbra ma su tutte le labbra sfumando bene verso l’interno (matita del colore stesso del rossetto, ovviamente).

 

Ecco qui alcuni esempi tratti dal profilo Instagram del magico M.U.A di origine vietnamita (ma Canadese di adozione) Hung Vanngo: a mio avviso sono tra i trucchi più belli, facilissimi da portare, adatti a qualsiasi occasione d’uso e non troppo difficili da ricreare anche da mani non troppo esperte!

Da notare come Hung Vanngo ricrea sempre basi molto naturali e luminose, non abusa del contourning (dona profondità al volto con un leggero tocco di terra), non utilizza ciglia finte e utilizza il blush non solo sugli zigomi ma anche su tutta la gota sfumandoli verso le tempie (nb. sempre blush molto chiari, predilige i toni del pesca e rosa chiaro).

 

 

 

 

READ MORE

Summer Make Up!

Splendido make up occhi sui toni dell'azzurro acqua smeralda e rossetto arancio

Splendido make up occhi sui toni dell’azzurro acqua smeralda e rossetto arancio

L’estate si accompagna sempre a voglia di sole, mare, caldo, colori vivaci e luminosi… e questo trend non può che presentarsi, nel makeup, sotto forma di colori accesi e luminosi per ombretti, blush e rossetti iper-colorati e accesi!

 

Con afa e caldo spesso evitiamo di soffermarci a ricreare una base perfetta (anche perchè durante la calda giornata il fondotinta rischia di evidenziare pori un po’ più dilatati e…ancora peggio… rischia di colare! E comunque l’effetto di accumulo di prodotto resta subito dietro l’angolo…).

 

Il trend dell’estate 2015 consiste nel puntare su rossetti accessi, nelle nuance aranciate e del lampone, (sia versione gloss che lipstick, ma sempre privilegiando un finish piuttosto lucido) e su una base molto illuminata e acquosa (ottenuta mediante la tecnica dello strobbing).

 

CONSIGLIO?!

Anche senza andare a ricreare una base “vera” possiamo sempre essere ordinate e fresche!

– Possiamo andare a ricreare una finta base con una nuovissima tecnica: lo strobing. Questa tecnica (il termine deriva proprio dalla “luce stroboscopica” proprio per la sua natura di fonte luminosa che va ad illuminare solo punti precisi) consiste nell’andare ad illuminare alcune specifiche zone del viso andando a scolpire il volto, come si farebbe con il tradizionale contourning. L’effetto è molto fresco e acqua e sapone pur donando all’incarnato la giusta luce e la giusta allure. Inoltre permette di evitare quel brutto effetto dovuto all’accumulo di prodotto sul viso.

– Sempre molto importante è curare le sopracciglia: definiamo le sopracciglia andando a ricreare la forma più adatta al viso con leggeri tocchi di matita (se non abbiamo la matita del colore giusto possiamo aiutarci con un ombretto preso con un pennellino molto molto sottile, leggermente inumidito) ed un velo di cipria per fermare il tutto;

– Definire lo sguardo: ottima scelta per definire lo sguardo, con queste splendide giornate di sole, è puntare su eyeliner blu e verdi-acqua che ricordano le limpide acque della Costa Smeralda e stanno bene a tutti i colori di iride! Donano luminosità, luce e conferiscono un’aria riposata allo sguardo. Andare quindi a ricreare una riga, più definita e grafica o sfumata a seconda dei gusti, stesa all’attaccatura delle ciglia e tra le ciglia stesse, sia sulla rima esterna superiore che su quella esterna inferiore, ed aprire, poi, lo sguardo con matita azzurra o burro nella rima interna.

 

 

READ MORE