FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

Wedding Planner - Via Villa della Regina, 4 - 10131 Torino - Viale delle Betulle, 1 - 10048 Vinovo (Torino)
Chiamaci: +39 344 2381831 it
ruen

Skip to Content

Blog Archives

“The Book of Style: Impeccabili ad Ogni Occasione d’Uso” – una guida all’insegna dello stile

“The Book of Style: Impeccabili ad Ogni Occasione d’Uso”

La Guida all’insegna dello Stile e del Buon Gusto

di Silvia Carlotta Belli
a cura di Europa Edizioni 2016

 

Questo testo vuole essere una guida all’insegna dello stile, interamente illustrato dall’autrice, rivolto sia a chi desidera intraprendere la professione del Consulente di Immagine e formarsi, dunque, in questo senso, sia a chi, semplicemente, ama giocare con la moda, desidera mettersi in gioco e modificare o rivoluzionare il proprio look, guadagnando un’immagine più fiduciosa in sé stesso e maggiore autostima.

“The Book of Style”, inoltre, ed è il testo alla base di un corso di formazione online acquistabile sulla piattaforma  www.silviabelli-corsi.com .

 

L’essenza dell’opera

Il testo è una guida all’insegna dello stile che vede raccolti tutti i principi legati all’abbigliamento donna e uomo da applicare in ogni occasione che la vita di tutti i giorni propone (scuola, lavoro, ufficio, riunioni, serata con gli amici, pranzo di Natale in famiglia, Gala Cocktail a bordo piscina… ) nonché all’ambito della cerimonia. Per quanto riguarda la sezione dedicata alla cerimonia della nostra guida all’insegna dello stile, ovvero la seconda parte dell’opera, qui si apre tutto il mondo legato al Bridal Styling, ovvero alla definizione dell’immagine della sposa e dello sposo in vista del Grande Giorno, con la definizione di tutti i particolari che compongono l’abito da sposa e quello da sposo, con una particolare attenzione riposta agli accessori nonché alle perle di Bon Ton che tanto si pronuncia sull’argomento.

 

Il punto di forza di questo testo?!

La consulenza d’immagine è, tuttora, spesso vista come un servizio relegato al mondo dei Vip, considerato un servizio inaccessibile e lontano dalla portata delle persone comuni. Niente di più sbagliato! Ma, siccome ci vorrà del tempo e tanto duro lavoro prima che si perda, nella mentalità comune, questo preconcetto nei confronti di un servizio (del prezzo non certo superiore al costo di un abito sbagliato, che rimarrà relegato nell’armadio a vita!!), ho pensato di racchiudere, in una tascabile guida all’insegna dello stile, la mia consulenza sullo stile! Questa definitiva guida all’insegna dello stile, infatti, vuole essere proprio questo: un consulente d’immagine tascabile, sempre a portata di mano, da portare sempre con sé per non sbagliare mai più nessun acquisto ed acquistare solo ed esclusivamente capi che ci valorizzano realmente!

 

Il fattore discriminante (o punto di differenziazione)

Ciò che rende unica questa guida all’insegna dello stile è il know how racchiuso all’interno, frutto di una formazione specifica dell’autrice in Fashion Design e Styling, vissuta a contatto con l’alta moda Milanese.
La nostra guida all’insegna dello stile, specifica, oltre ad i capi “mai più con “ ed ai “mai più senza” imprescindibili in un qualsiasi guardaroba base (donna e uomo) che si rispetti, due sezioni interamente dedicate alle tecniche del camouflage, sia nell’abbigliamento che nel make up. In queste sezioni, della nostra guida all’insegna dello stile,  andremo ad analizzare le diverse forme del corpo e le differenti fisicità con espliciti rimandi ai tagli, alle linee, ai colori (o pattern) ed ai modelli da prediligere per esaltare i punti di forza delle differenti fisicità nonché quelli da evitare assolutamente per non rischiare di evidenziare quelle piccole imperfezioni che noi tutti abbiamo. Stesso discorso sarà, quindi, applicato al make up ed alla correzione delle proporzioni attraverso dei piccoli escamotage semplici ed utilissimi per esaltare la nostra naturale bellezza! Tutti questi concetti, poi, saranno ripresi nella seconda parte della nostra definitiva guida all’insegna dello stile, ed applicati alla scelta dell’abito da sposa perfetto con specifiche indicazioni al tipo di fisicità che meglio indossa le differenti tipologie di abito.

 

Sinossi

La nostra definitiva e completa guida all’insegna dello stile contiene tutti i principi base per ottenere un guardaroba impeccabile,
sia maschile che femminile e spiega come, in realtà, bastino davvero pochi accorgimenti mirati per guadagnare un’immagine più convincente!
La nostra guida all’insegna dello stile si divide, per praticità, in 4 parti: due saranno le parti rivolte allo stile e alla consulenza d’immagine nella vita di tutti i giorni, per la Donna e per l’Uomo: qui troveremo pillole di eleganza, i capi “mai più con” ed i “mai più senza”, andremo a vedere come si compone un guardaroba basico impeccabile, sia maschile che femminile, per essere perfetti in ogni occasione d’uso (dalla giornata in ufficio all’aperitivo con le amiche, dalla trasferta di lavoro al Pranzo di Natale in famiglia, fino al codice di stile per presentarsi ad una cena di Gala formale); impareremo a conoscerci e a conoscere il nostro corpo, imparando a valorizzare i nostri punti di forza, esaltandoli, camuffando quelle piccole imperfezioni che noi tutti abbiamo; studieremo le differenti forme del corpo che caratterizzano le differenti fisicità ed imparando come valorizzare quelli che prima pensavamo fossero difetti e molto altro ancora!
Invece, nelle restanti due parti della nostra guida all’insegna dello stile, la scena si sposta al mondo della cerimonia ed, in particolare modo, al mondo del Wedding, con tutte le specifiche dell’abito da sposa e abito da sposo: qui verranno raccontati tutti i modelli di abito possibili; andremo a vedere di quali elementi si compone l’abito da sposa e di quali elementi si compone l’abito da sposo, per continuare, poi, con specifici consigli ed indicazioni sul modello da prediligere, a seconda della forma del corpo e della fisicità di chi lo dovrà indossare. Nella nostra guida all’insegna dello stile vedremo anche tutti gli accessori collaterali che vanno ad arricchire l’abito da sposa (gioielli, copricapi, fermagli-gioiello) e studieremo, nel dettaglio, gli elementi che creano un abito da sposo da perfetto gentleman (guanti, cappello, bastone da cerimonia…). Non mancheranno, poi, alcuni preziosi consigli di Bon Ton per non rischiare di sbagliare dress code nelle diverse situazioni.

 

Per sapere di più, vi basterà cliccare qui!

READ MORE

8 regole su come vestirsi ad un matrimonio

Anche se la tendenza matrimonio odierna abbraccia sempre più il trend del matrimonio invernale, il tradizionale periodo di matrimoni conta i mesi da Maggio a Ottobre, che rimangono in testa, come il tipico periodo di matrimoni in Italia. Ecco alcuni suggerimenti su come vestirsi ad un matrimonio per presentarvi impeccabili ad ogni evento a cui sarete invitate!

Innanzitutto è d’obbligo una premessa: vi sono matrimoni formali, molto formali, eleganti, oppure informali, glam e fashion; vi sono matrimoni di mattina, di pomeriggio e di sera; e vi sono matrimoni molto giovani e quelli dove l’età media è dolcemente superiore. Vi sono matrimoni classici, lussuosi, aristocratici e sofisticati, intimi e raffinati, piuttosto che low cost o ancora pomposi etc…

Volendo far continuare la lista, contiamo anche le cerimonie nuziali religiose, celebrate in preziose cattedrali ed i riti civili celebrati in parchi e meravigliosi giardini incantati, allestiti ad hoc per il cerimoniale; ancora, vi sono matrimoni che si celebrano con un semplice rito in municipio e così via dicendo.

Questa lunga lista, giusto per ribadire, una volta in più, come ogni tipologia di matrimonio sia a sé e, in quanto tale, richieda una forma, uno stile, un tono ed un carattere del tutto unico ed originale!

In questo senso, affinchè la cerimonia riesca bene, anche gli invitati devono saper interpretare al meglio la giusta chiave di lettura del tema e rispettarla. Vestirsi in modo consono, quando si è invitati ad un matrimonio, è, infatti, un segno di affetto e di rispetto verso gli sposi.

 

Ma, se il quesito come vestirsi ad un matrimonio rimane un grande punto interrogativo stampato in fronte, non vi resta che leggere oltre!

 

8 regole su come vestirsi ad un matrimonio

8 regole su come vestirsi ad un matrimonio

 

Il biglietto da visita del matrimonio sono le partecipazioni di nozze e, dunque, gli inviti di nozze. Da questi preziosi pezzetti di carta si evince lo stile ed il tono del matrimonio, il livello di formalità/informalità, il dress code, il tema, etc.

Possiamo evincere tutti questi indizi dal tipo di carta scelta, dalla grafica del biglietto, dalla calligrafia ma, dai colori scelti dagli sposi alla base del tema dell’evento e cos’ via dicendo. Ma andiamo a vedere insieme quali sono le informazioni degne di nota: 

 

L’orario: a che ora si terrà il matrimonio

L’orario del matrimonio ci dice molto sull’evento. Un matrimonio di mattina richiederà, normalmente, un’eleganza più sobria; un matrimonio al pomeriggio permetterà già più gioco con i look ed un matrimonio serale offrirà ancora più opzioni, permettendo anche di sfoggiare abiti da Gran Gala, se la location ed il tono dell’evento lo permettono.

 

La location matrimonio: dove si svolgerà la festa del matrimonio

Se il matrimonio si tiene in una villa d’epoca, in un castello, in un Palazzo Storico, normalmente avrà un tono formale, classico, estremamente elegante, legato alla tradizione e alle favole, idilliaco, sofisticato e aulico. Se siete invitate ad un matrimonio formale, quindi, e vi state chiedendo come vestirsi ad un matrimonio per essere consone ed impeccabili, io suggerisco

splendidi tubini in pizzo, tendenzialmente al ginocchio o poco sopra, o, al contrario, A-line dresses, più corti, sempre in pizzo, piuttosto che aderenti bustier steccati, di grande effetto;

Se il matrimonio si tiene presso un circolo di golf, un raffinatissimo bordo piscina, un relais, una roof location, molto probabilmente avrà un tono informal-chic, sempre molto sofisticato e raffinato, ma tendenzialmente glam e fashion. Questa location ci permetterà, dunque, di scegliere un look più glamour, fancy e giovane;

Se il ricevimento si tiene in una location campestre il look potrà essere più informale e country ma non dovete lasciarvi trarre in inganno! Ci sono tantissimi antichi casali interamente ristrutturati in chiave moderna che racchiudono, al proprio interno, dei saloni particolarmente raffinati e charmant!

 

Il tema: colori e forme si uniscono all’unisono in un’armoniosa sinfonia, ovvero la cornice nonché il fil rouge che guiderà ogni dettaglio dell’evento

Il più delle volte il tema non è specificato a parole ma si può intuire dalla grafica dell’invito nuziale. Per questa ragione, se vi state interrogando su come vestirsi ad un matrimonio, non vi resterà che prendere in mano l’invito nuziale e dedurlo da voi, interpretandolo, cioè, dalla grafica e dai colori scelti dagli sposi per la partecipazione di nozze.

 

8 regole su come vestirsi ad un matrimonio

8 regole su come vestirsi ad un matrimonio

 

Per esempio, spesso, gli sposi tendono a scegliere un colore come tema del proprio matrimonio e questo viene lasciato trapelare dagli inviti e reso, poi, chiaramente visibile mediante tutti gli allestimenti il giorno stesso dell’evento. Ben inteso gli ospiti non sono costretti a scegliere un abito in quel preciso colore, potrebbe tuttavia essere un’ispirazione per inserti o accessori!

Il tema può anche essere un periodo storico (esempio: The Roaring ‘20es, Gli Anni ’20). In questo caso gli invitati sono caldamente invitati a giocare insieme agli sposi ed abbracciare questa proposta, scegliendo dei look, degli accessori o dei dettagli in linea con il tema proposto.

 

Il dress code: come vestirsi ad un matrimonio per essere consone ed impeccabili

Anche il dress code non è sempre specificato anche se, nei matrimoni contemporanei, è sempre più spesso indicato con chiarezza.

Esso va sempre contestualizzato al tipo di matrimonio a cui si partecipa, tuttavia vi sono alcune regole base di Bon Ton da rispettare:

 

8 regole su come vestirsi ad un matrimonio

 

Regola 1 – evitare il total white quando si è invitate ad un matrimonio

La prima regola di Bon Ton su come vestirsi ad un matrimonio consiglia di evitare il total white: solo la sposa sarà vestita di bianco nel suo giorno più importante (a meno che non si tratti di un matrimonio a tema white, appunto o black and white).

 

 

Regola 2 – evitare il total back quando si è invitate ad un matrimonio

Bisognerebbe, poi, evitare anche il total black: questa regola rimanda al fatto che il nero era, in principio, il colore dei funerali. Oggi questa regola è un po’ bypassata, nel senso che un outfit black è ammesso purchè, illuminato dagli accessori e riservato ad una cerimonia nuziale serale o, al massimo, tardo-pomeridiana.

 

 

Regola 3 – evitare il rosso fuoco quando si è invitate ad un matrimonio

A prescindere dell’orario della cerimonia nuziale, un altro colore che il bon Ton sconsiglia è il rosso fuoco o rosso passione: sono ammessi abiti dai colori pastello ma anche abiti declinati n elle tonalità più sature, vibranti, e vitaminiche, purché si eviti il rosso o, quanto meno, lo si releghi a cerimonie nuziali serali. Il Bon Ton consiglia di evitare solo il rosso fuoco – oltre ai suddetti bianco e nero – perchè rappresenta la passione carnale ed ha un significato troppo “terreno” e provocante per una cerimonia nuziale spirituale)

 

 

Regola 4 – abito lungo per una cerimonia nuziale mattutina si o no?! Ci sono pareri divergenti…

Un’altra regola di Bon Ton su come vestirsi ad un matrimonio suggerisce di evitare gli abiti lunghi se le nozze si svolgono al mattino, tuttavia io mi permetto di dissentire su questo punto in quanto considero che questa “regola” vada adattata da matrimonio a matrimonio: per dare un suggerimento, che va poi adattato a seconda del tipo di evento, possiamo generalizzare dicendo che un matrimonio di mattina richiede, di norma, un look piuttosto formale, sobrio con lunghezze medie e midi a meno che non sia un matrimonio giovane e a meno che non voglia essere una cerimonia nuziale molto solenne (in tal caso, via libera anche al lungo e a strascichi!)

 

 

Regola 5 – il cappello da cerimonia nuziale

Per continuare con i nostri suggerimenti su come vestirsi ad un matrimonio (e su come NON vestirsi ad un matrimonio) buona norma sarà indossare un cappello solo nei matrimoni celebrati di giorno e soprattutto solo se il cappello verrà indossato anche dalla mamma della sposa; in tal caso (e solo in tal caso) via libera anche a cappelli grandi, dai modelli particolari.

 

 

Regola 6 – come vestirsi ad un matrimonio che si celebra di mattina

Le cerimonie nuziali mattutine richiedono, generalmente, un look piuttosto “sobrio”:

  • Sì a tailleur ed abiti formali, piuttosto sobri, con lunghezze non troppo al di sopra del ginocchio;
  • Sì a bijoux, come importanti cascate di perle (ebbene sì, la tradizione consigliava alla sposa di evitare le perle il giorno delle nozze perchè si credeva “portassero lacrime”. Tuttavia questa credenza è stata abbandonata da tempo ormai.);
  • Sì a gioielli preziosi e spille in pietre dure;
  • Si tanto a scarpe chiuse quanto ai sandali gioiello;
  • No, invece, a glitter, paillettes, sparkles ed eccessivi luccichi se siete invitate ad una cerimonia nuziale mattutina;

 

 

Regola 7 – come vestirsi ad un matrimonio che si celebra nel tardo pomeriggio

Le cerimonie tardo pomeridiane, ammettono un look più glamorous:

  • Sono ammesse lunghezze più corte (ma con orli mai al di sopra della linea di metà coscia!)
  • Via libera ai bijoux lucenti e brillanti: collane, bracciali, cascate di catene, bijoux anche molto luminosi e sparkling;
  • Sì anche a scollature più importanti e generose, magari lungo la schiena;

 

 

Regola 8 – come vestirsi ad un matrimonio che si celebra di sera

Le cerimonie nuziali serali e by night sono le nozze più glam e qui possiamo davvero osare e sbizzarrirci (sempre contestualizzando l’evento). 

Qui, a seconda del tema e del mood, possiamo davvero optare per le soluzioni più varie:

  • Via libera ad abiti lunghi ed importanti strascichi così come saranno ammessi anche abiti ultra mini;
  • Si a cristalli, Swarovski, luccichii e scintillii;
  • Si a tacchi vertiginosi e osare, osare, osare sarà il verbo che dovrete seguire!
  • No, invece al cappello

 

 

Tutte queste indicazioni, tuttavia, sono da contestualizzare, da adattare e poi, insomma, niente eccessi ma solo tanto buon gusto, ricordandosi sempre che gli ospiti rappresentano l’elegante cornice al giorno più importante degli sposi.

 

Spero il post vi sia stato utile!

Se avete un matrimonio imminente per il quale non sapete proprio che look scegliere, lasciate un commento qui sotto! 

 

READ MORE