FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

Wedding Planner - Via Villa della Regina, 4 - 10131 Torino - Viale delle Betulle, 1 - 10048 Vinovo (Torino)
Chiamaci: +39 344 2381831 it
ruen

Skip to Content

Blog Archives

Wedding Etiquette: gli invitati al matrimonio

Sulla base di quale criterio è corretto decidere se i gli invitati al matrimonio possono (o no) portare con sé la propria metà?

Innanzitutto è buona norma considerare un +1 per ciascuno degli invitati al matrimonio che hanno una relazione stabile in corso (fidanzamento, convivenza etc.) specificando sull’invito il nome degli invitati al matrimonio + i rispettivi ospiti al matrimonio graditi, anche se non si è mai conosciuto l’eventuale accompagnatore dei nostri invitati al matrimonio.

Tutto questo si può omettere, invece, per gli invitati al matrimonio single o con relazioni sporadiche più ufficiose che ufficiali.

Inoltre, se l’invito ad un matrimonio non specifica “Signor e Sig.ra Pincopallo” lo si deve intendere individuale: in questo modo gli invitati al matrimonio che riceveranno un invito nominativo, sapranno che è previsto, per loro, un invito singolo. Ad ogni modo se, il giorno del matrimonio, uno tra gli invitati al matrimonio si presentasse con un ospite non atteso, niente imbarazzo! Avreste già dovuto concordare con il catering qualche posto a sedere in più per ogni evenienza!

 

 

Wedding Etiquette: gli invitati al matrimonio

Wedding Etiquette: gli invitati al matrimonio

 

 

Se si sa già in anticipo che uno degli invitati al matrimonio sicuramente non potrà essere presente il giorno delle nozze, è buona norma spedirgli l’invito lo stesso?

Si sa, l’invito ad un matrimonio va di pari passo con l’aspettativa di un regalo: diciamo che è una di quelle regole implicite dettate dal Bon Ton sulle quali il Galateo non lascia molto margine di manovra…

Di conseguenza, siccome l’invito ad un matrimonio va di pari passo con l’aspettativa di un regalo, non vorrete mettere in difficoltà nessuno tra gli invitati al matrimonio tanto meno proprio quella persona che, sin dal principio, si sa che non potrà unirsi ai festeggiamenti; informare educatamente, senza eccessivi formalismi, sarà la migliore prassi da seguire con quelle persone tra gli invitati al matrimonio impossibilitati a presenziare il giorno della festa. Il Bon Ton si pronuncia, dunque, anche in questo senso: il comportamento degli sposi dovrà seguire un certo charme in maniera tale che, chi riceve l’invito al matrimonio, non potendo presenziare fisicamente, non si senta in dovere di omaggiare la futura coppia di sposi con un dono. Per questa ragione è buona norma evitare di spedire l’invito al matrimonio a quelle persone, tra gli invitati al matrimonio, impossibilitate a partecipare il giorno dell’evento.

Attenzione!

Fa, però, eccezione il caso in cui si tratti di parenti o amici stretti…

In questo caso, si può spedire l’invito al matrimonio allegando una nota (scritta rigorosamente a mano!) che specifichi che l’invito al matrimonio è stato mandato a puro scopo commemorativo come biglietto-ricordo legato ad una data così importante.

 

Wedding Etiquette: gli invitati al matrimonio

Wedding Etiquette: gli invitati al matrimonio

 

Uuuups… Chiacchierando, mi è sfuggito e ho parlato del matrimonio imminente ad un conoscente (che, onestamente, non ho conteggiato tra i potenziali invitati alla festa). Adesso lo devo invitare per forza tra gli invitati al matrimonio?

Se vi è scappato l’argomento, parlando con dei conoscenti più o meno vicini / lontani, e avete parlato del vostro imminente matrimonio, no problem. Allora, è buona norma evitare di toccare l’argomento con chi si prevede di escludere dai festeggiamenti; ad ogni modo, si sa, che la festa del matrimonio è una festa, già molto dispendiosa di per se, dove gli invitati al matrimonio fanno solitamente parte di una sfera più o meno ristretta di amici e parenti. Di conseguenza che, agli occhi di qualsiasi persona di buon senso, risulti corretto e per nulla offensivo, il circoscrivere l’evento solo ad una ristretta cerchia di invitati al matrimonio, escludendo, magari, persone più lontane, se pur legati da rapporti di armoniosa cordialità.

Detto questo, però, il buon senso non è dei più. Di conseguenza, se non ci si vuole imbattere in gaffe difficili, poi, da raddrizzare, se vi rendete conto di aver, ormai, toccato l’argomento, cercate di rimanere il più vaghe possibili con quelle persone che non prevedete di inserire tra gli invitati al matrimonio. Secondo il Bon Ton, quindi, è possibile parlare del matrimonio senza, per questo,  far necessariamente seguire un invito al matrimonio, purchè se ne parli in maniera soft e piuttosto vaga, a puro titolo, informativo, restando piuttosto vaghi sulla data e sulla lista degli invitati al matrimonio.

Se scappa l’argomento, quindi, cercate di non elargire inviti verbali se poi non avete intenzione di far seguire un invito cartaceo formale.

 

 

Wedding Etiquette: gli invitati al matrimonio

Wedding Etiquette: gli invitati al matrimonio

 

Per non essere scortese, tra gli invitati al matrimonio, devo per forza conteggiare al matrimonio anche tutti i miei colleghi di lavoro?

Tranquilla! Non è necessario!

Può essere un’idea carina invitare al matrimonio un team ristretto di colleghi, magari, i colleghi con cui si hanno rapporti più affiatati. Tuttavia, il buon senso fa comprendere a tutti quanto l’organizzazione di un giorno così speciale, come il matrimonio, richieda un dispendio di energie (specialmente economiche!!!) non indifferente. Vedrete, nessuna persona di buona senso pretenderà di essere messo in lista tra gli invitati al matrimonio. Piuttosto, volendo condividere l’emozione dell’evento anche con il resto del team, potrete organizzare un piccolo rinfresco con gli altri colleghi nei giorni che precedono il matrimonio o che immediatamente lo seguono.

 

 

Wedding Etiquette: gli invitati al matrimonio

Wedding Etiquette: gli invitati al matrimonio

 

Se desidero una festa senza bambini, come faccio a comunicare agli invitati al matrimonio di non portare i propri figli con sé?

Questo punto è, come è facile immaginare, piuttosto delicato. I propri figli sono, per i genitori, le partecipazioni più importanti, di conseguenza, è piuttosto delicato lanciare segnali di fumo e messaggi che facciano comprendere alle mamme ed ai papà che gli invitati al matrimonio sarebbero solo loro, senza la bene amata prole.

Diciamo che anche in questa circostanza il buon senso regna sovrano. O, meglio, dovrebbe regnare sovrano ma, ahimè, sempre più spesso ci si imbatte in comportamenti che di educato hanno ben poco. Diciamo che, di norma, secondo il Bon Ton, dovrebbero essere gli invitati stessi a non portare il proprio figlio con se ad eventi formali, tanto più se si ha un figlio piuttosto attivo! Ma, visto che, spesso e volentieri, i genitori non si rendono conto di quanto questa sottigliezza potrebbe essere importante, è giusto che, qualora gli sposi volessero prevedere un matrimonio senza pargoli tra gli invitati al matrimonio, lo possano specificare tranquillamente.

In questo caso, l’invito al matrimonio indicherà chiaramente il nome del Sig. e Signora, seguito dal cognome di famiglia: questa soluzione indica chiaramente che l’invito al matrimonio è rivolto esclusivamente ai genitori tuttavia, se quest’ultimi non capiscono e chiedono ulteriormente se possono portare i propri figli con sé, allora non è scortese spiegare, con una telefonata, che il party è per soli adulti. Sarà importante, una volta presa la decisione, rimanere fermi sulle proprie posizioni senza fare eccezioni (le eccezioni potrebbero risultare scortesi e creare dissapori).

Al contrario, se si vuole rivolgere l’invito al matrimonio alla famiglia allargata, sarà corretto scrivere Fam. seguita dal cognome sull’invito: con questa soluzione sarà immediatamente comprensibile che tra gli invitati al matrimonio saranno bene accetti anche i più piccini.

Altra tip molto importante secondo il Bon Ton è la seguente: se nella famiglia vi sono figli maggiorenni, allora è consuetudine mandare due inviti al matrimonio separati, uno ai genitori con i rispettivi nomi e uno, separato, al figlio/figlia.

 

 

Se desiderate scoprire di più sulle curiosità e sulle tradizioni che ruotano attorno al magico mondo del wedding, siete nel posto giusto! Qui di seguito vi suggerisco alcuni altri articoli, presenti su questo Blog, che potrebbero piacervi.

Wedding Etiquette: I Biglietti di Ringraziamento

Wedding Etiquette: Il taglio della Wedding Cake

Wedding Etiquette: Le fedi e scambio degli anelli 

Wedding Etiquette: La Damigella D’Onore

Wedding Etiquette: Le Feste Prematrimoniali 

Wedding Etiquette: Partecipazioni di Nozze e Bon Ton 

Wedding Etiquette: Bomboniere matrimonio

READ MORE

Il Dizionario dei Fiori: Summer Bouquet – decorazioni floreali per le nozze

Uno tra gli step più importanti nell’allestimento per matrimonio è la scelta delle decorazioni floreali per le nozze: quando si allestisce la scenografia per il Giorno delle Nozzefiori sono il vero segreto per realizzare una magica atmosfera!

Le decorazioni floreali per matrimonio, a partire dalla natura propria di ciascun fiore,  comunicano messaggi ed inebriano l’animo e la mente con le loro fragranze ed i loro fantastici profumi! L’estate, in inglese Summer, è il periodo dell’anno più bello: è il periodo delle vacanze, è il periodo della spiaggia, è il periodo dei campi di lavanda in fiore e si sente profumo di Marsiglia ovunque! Ma l’estate non è solo bellissima per i momenti di svago che regala ma anche per il tripudio di vivaci colori che ci dona! L’estate, infatti, insieme alla primavera è la stagione in cui, più di tutti, è facile essere avvolti in un tripudio di gemme colorate e profumatissime.

Se questo periodo, Summer, la nostra estate, è il periodo dell’anno che più di tutti permette di sbizzarrirsi con fiori di campo freschi, profumati e declinati nelle più vaste declinazione colore, dai tipici Summer colors (i classici vitaminici) fino ai toni più accesi e vibranti, non è certo l’unica stagione che permette l’impiego di fantastiche decorazioni floreali per matrimonio. Ad ogni modo il Summer Bouquet che possiamo realizzare d’estate è davvero vivace, gioioso e vitaminico: nel Summer Bouquet non mancheranno fiori di campo, peonie, ortensie, calle e chi più ne ha più ne metta perchè l’elenco dei fiori inseribili nel nostro Summer bouquet è davvero infinito!

Scegliere il miglior Floral Designer , più idoneo al proprio evento, è, dunque, una scelta davvero cruciale; basti pensare all’importanza rivestita dalle decorazioni floreali per le nozze . Gestire i fiori non è un’impresa facile nè si tratta di un’attività che può essere svolta da chiunque: la realizzazione di sontuose composizioni e fiabesche decorazioni floreali per le nozze, richiede passione, abilità, amore per la natura, una cura particolare, una delicatezza d’animo e di spirito, conoscenze tecniche, abilità creative, fantasia, senso della proporzione, dell’unità e dell’armonia, capacità manuali… Insomma, vista questa breve introduzione alla figura del Florist Designer (o Floral Designer), si comprende facilmente quanto sia importante affidarsi ad un vero professionista per la definizione delle decorazioni floreali per le nozze.

Solo un professionista qualificato sarà in grado di consigliare gli sposi, oltre che sullo stile ideale, anche sui i fiori più adatti per le loro nozze, ponendo sempre la dovuta attenzione al gusto degli sposi, alla stagionalità della pianta, allo stile dell’evento ed al tema scelto per il giorno delle nozze, nonchè alla scala colori impiegata ed in relazione ai messaggi che si intendono trasmettere.

Per chi di voi fosse interessato a leggere di più sul mondo che ruota attorno alle decorazioni floreali per le nozze e volesse scoprire di più sui significati e  sui messaggi che ciascun fiore trasmette, per voi  abbiamo pensato di raccogliere, in pochi articoli, il Dizionario dei Fiori, una raccolta dove, fiore per fiore, ne racconteremo il significato ed i messaggi silenziosamente trasmessi e la base colori in cui si presentano in natura, proponendovi un profumatissimo bouquet floreale, sperando di fare un po’ di chiarezza attorno al significato delle decorazioni floreali per le nozze nonchè attorno all’universo mondo, fatto di colori e profumi, che ruota attorno a questi profumati e coloratissimi doni della natura!

 

In questo articolo siamo andati a catalogare, per voi, un tipico SummerBouquet, ovvero un tipico bouquet floreale estivo. Per scoprire, quindi, le possibili declinazione colore ed i significati di ciascun fiore, non vi resta che leggere oltre ed immergervi in questo SummerBouquet profumatissimo!

 

Il Dizionario dei Fiori: Summer Bouquet - decorazioni floreali per le nozze

Il Dizionario dei Fiori: Summer Bouquet – decorazioni floreali per le nozze

 

SUMMER BOUQUET: Il Bouquet d’Estate

(Parte I: Fiori dalla A alla B)

ACHILLEA

significati e simbologia: simbolo di guerra, questo fiore, in alcune tradizioni, simboleggia dolore, mentre in altre, il percorso di guarigione dopo una malattia o dopo un combattimento ormai terminato

declinazione colori: bianco, giallo, rosa, arancio, rosso, lilla

 

ALLIUM

significati e simbologia: la tradizione narra che questo fiore abbia il potere scaramantico di allontanare gli spiriti maligni; simboleggia l’unità e la forza della coesione; è simbolo di umiltà e pazienza

declinazione colori: bianco, rosa, lilla, azzurro, viola, blu

 

GIGLIO PERUVIANO (ALSTREMERIA)

significati e simbologia: simboleggia l’amicizia vera ed incondizionata; simboleggia la devozione e la venerazione ed è simbolo della vittoria del bene sul male

declinazione colori: rosso, giallo-oro, bianco, rosa, lilla

 

ALTEA
significati e simbologia: simbolo di fecondità e fertilità
declinazione colori: bianco, rosa, porpora, rosso, lilla, violetto, giallo

 

ANEMONE

significati e simbologia: simbolo di speranza, attesa emozionate, questo fiore si lega, però, anche a dei significati meno positivi, infatti può simboleggiare un presagio di malattia e di abbandono

declinazione colori: bianco, rosa, blu, viola, rosso

 

ARTEMISIA

significati e simbologia: simbolo di felicità e salute

declinazione colori: giallo-oro

 

ASTER – ASTRI

significati e simbologia: rappresenta la fantasia, l’ispirazione e la produzione di idee brillanti ed è anche simbolo di amore forte

declinazione colori: rosa, lilla, bianco con il centro giallo

 

AZALEA

significati e simbologia: simboleggia l’amore puro, l’amore materno, presagio di imminente fortuna e dono di buon auspicio; simbolo anche di femminilità intesa come donna-madre dalle qualità nobili

declinazione colori: rosa, fucsia, rosso, giallo

 

ACONITO

significati e simbologia: simbolo di cavalleria, di lustro, di prestigio, di fama ed eleganza raffinata e sofisticata, questo fiore si lega a anche a messaggi dalla connotazione meno regale; infatti è anche simbolo di parole velenose, vendita di segreti e amore colpevole e sotterfugi

declinazione colori: blu, bianco, lilla

 

ADONIDE

significati e simbologia: simboleggia il vivere di ricordo che crea dolore, una forte tristezza e magone, infinita nostalgia, malinconia o rammarico

declinazione colori: giallo, rosso scarlatto

 

AGAPANTO

significati e simbologia: l’immagine che si lega a questo fiore è una lettera d’amore; simboleggia l’amore puro, l’amore materno, la femminilità intesa come dolcezza d’animo, come donna pronta ad accudire emotivamente chi ne ha bisogno; è anche simbolo di fortuna e dono di buon auspicio

declinazione colori: blu, bluette, viola, bianco

 

AGLIO

significati e simbologia: la tradizione narra che questo fiore abbia il potere scaramantico di allontanare gli spiriti maligni; è anche simbolo di prosperità e ricchezza

declinazione colori: bianco, blu, porpora, violetto, lilla rosa, celeste

 

ALISSO

significati e simbologia: simboleggia il valore oltre la bellezza; la tradizione narra che respirare i profumi di questa pianta sia buon rimedio contro l’ira, per questo è un simbolo anche di pace del cuore e di tranquillità interiore, serenità

declinazione colori: bianco, lilla, porpora, violetto

 

ALSTROMERIA
significati e simbologia: simbolo di amicizia e devozione
declinazione colori: fiori screziati e tigrati nelle declinazioni del giallo, arancio, avorio, rosa, rosso

 

AMARANTO

significati e simbologia: simbolo di immortalità, di fedeltà, di amicizia e stima reciproca ma anche simbolo di gelosia

declinazione colori: rosso scuro

 

AMELLO

significati e simbologia: rappresenta un addio

declinazione colori: violetti, bluette, lilla

 

ANGELICA

significati e simbologia: rappresenta un carattere angelico, puro, soave ma è anche simbolo di ispirazione, fantasia e generazione di nuove idee

declinazione colori: bianco

 

ARMERIA

significati e simbologia: simbolo di comprensione, simbolo della capacità di empatia e di capire lo stato d’animo altrui

declinazione colori: rosa, bianco

 

BUVARDIA (BOUVARDIA)
significati e simbologia: simbolo di entusiasmo, di fecondità e di purezza
declinazione colori: bianco, rosa, rosso, arancio

 

BARDANA
significati e simbologia: simbolo di riservatezza, di poca socievolezza, di rispetto dei propri spazi

declinazione colori: rosso, porpora

 

BEGONIA

significati e simbologia: simbolo di stravaganza e di carattere estroverso e personalità appariscente, questo fiore simboleggia anche la cordialità, simpatia e la cautela nell’effettuare certe scelte

declinazione colori: rosa, giallo, bianco, rosa, arancio

 

BELLA DI GIORNO

significati e simbologia: simbolo di civetteria, questo fiore è anche simbolo di speranza svanita; inoltre rappresenta le tenebre e l’oblio

declinazione colori: arancione, giallo, rosso scuro, rosa

 

BELLA DI NOTTE
significati e simbologia: simbolo di timidezza

declinazione colori: giallo, rosso, rosa, bianco e bicolori

 

BELLA D’IRLANDA

significati e simbologia: simbolo di buona fortuna
declinazione colori: bianco

 

BIGNONIA
significati e simbologia: simbolo di fama, prosperità e ricchezza

declinazione colori: rosso, arancio

 

BOCCA DI LEONE

significati e simbologia: simbolo di indifferenza, di inganno, di presunzione, di disinteresse

declinazione colori: giallo, rosso, rosa, bianco

 

BOTTON D’ORO
significati e simbologia: simbolo di ingratitudine, sarcasmo
declinazione colori: giallo

 

BOUGANVILLEA
significati e simbologia: simbolo di passione
declinazione colori: rosa, rosso, giallo, bianco, porpora

 

 

Silvia Belli – Wedding & Events in collaborazione con “La Magia dei Fiori”

 

Il Dizionario dei Fiori: Summer Bouquet - decorazioni floreali per le nozze

Il Dizionario dei Fiori: Summer Bouquet – decorazioni floreali per le nozze

 

 

Se volete scoprire di più sui fiori, sulla simbologia e su i relativi significati, non perdetevi i prossimi articoli:

Il Bouquet perfetto e come sceglierlo

Il Dizionario dei Fiori – Spring Edition

Il Dizionario dei Fiori – Winter Edition

Il Dizionario dei Fiori – Autum Edition

READ MORE

Wedding Etiquette: le fedi nuziali e lo scambio degli anelli

Il Bon Ton dice la sua anche in fatto di fedi nuziali, simbolo per eccellenza del matrimonio.

Lo scambio degli anelli, si sa, è un momento magico, nonchè, forse, il più momento più solenne della celebrazione e della liturgia del matrimonio: lo scambio degli anelli e, quindi, delle fedi nuziali, è anche il momento dello scambio delle promesse ed è il momento effettivo in cui gli sposi si congiungono in matrimonio, nella buona e nella cattiva sorte, in salute e in malattia.

Le fedi nuziali, emblema della religione cristiana come simbolo di amore eterno, hanno lo scopo di rappresentare il simbolo che rappresentano, l’eternità. Di conseguenza, le fedi nuziali dovranno durare, inalterate nei decenni, come inalterato sarà l’amore tra i due coniugi, attraverso i tempi.

Le fedi nuziali, quindi,  dovranno essere semplici e tondeggianti a rappresentare l’infinito, un cerchio perfetto che non ha né inizio né fine.

In commercio ne esistono davvero molteplici modelli tra cui scegliere per accontentare davvero tutti i gusti!

[Maggiori informazioni sull’argomento le potreste trovare nel mio libro “Event Management & Wedding Planning: Costruire da Zero il Proprio Brand / Tecniche di Creative Marketing ed Avviamento della Realtà Imprenditoriale”  – con il patrocinio di SAA School of Management (Uni.To) – oppure acquistando il mio corso sulla mia piattaforma di e-learning: Event Management & Wedding Planning]

 

Le fedi nuziali e lo scambio degli anelli

Le fedi nuziali e lo scambio degli anelli

 

 

Cenni storici:

L’origine delle fedi nuziali risale all’Antico Egitto e, tramandata, poi, nelle epoche successive, divenne l’emblema del matrimonio in epoca cristiana.

La tradizione vuole che essa venga portata sull’anulare sinistro. Quest’usanza attribuisce l’importanza all’anulare sinistro in quanto pare che proprio su questo dito sia presente la cosiddetta Vena Amoris, vena che collegherebbe questo dito direttamente al cuore.

Un’altra tradizione che legherebbe le fedi nuziali proprio al quarto dito della mano trova le sue radici prettamente nella tradizione cattolica: pare che l’officiante, in origine, sfiorasse prima tutte e tre le dita della mano, partendo dal pollice, nominando la Trinità e infilasse, poi, l’anello benedetto sul quarto dito, l’anulare appunto.

Oggi esistono fedi nuziali più semplici e più elaborate, più sottili o più spesse, in metalli pregiati come l’oro (giallo, rosso, bianco) e il platino. La possibilità di scelta è vasta. Diciamo che il criterio principale da seguire nella scelta delle fedi nuziali è la resistenza al tempo e alle mode come prima cosa e la sintonia con l’anello di fidanzamento (essa, infatti, dev’essere un arricchimento ed un abbellimento di quest’ultimo) subito dopo. La tradizione (risalente al 1700), inoltre, vuole che esse vengano incise con il nome del rispettivo coniuge (o con le iniziali di entrambi) e con la data del giorno del matrimonio.

 

 

Se vi è piaciuto questo articolo, vi potrebbe far piacere leggere antri articoli simili:

Wedding Etiquette: Le Bomboniere matrimonio  

Wedding Etiquette: I Biglietti di Ringraziamento

Wedding Etiquette: gli invitati al matrimonio

Wedding Etiquette: Il taglio della Wedding Cake

Wedding Etiquette: Le fedi e scambio degli anelli 

Wedding Etiquette: La Damigella D’Onore

Wedding Etiquette: Le Feste Prematrimoniali 

Wedding Etiquette: Partecipazioni di Nozze e Bon Ton 

 

READ MORE

Wedding Etiquette: Il Bon Ton delle partecipazioni di nozze

Il Bon Ton delle partecipazioni di nozze: le regole da seguire, i tempi e la forma

Innanzitutto, introduco questo post con una veloce chiarificazione: le partecipazioni di nozze (che nel mondo anglosassone vengono spesso sostituita col più immediato e meno formale Save-the-Date) hanno il puro scopo di informare chi le riceve dell’imminente matrimonio e della sua celebrazione. Le partecipazioni non includono l’invito al ricevimento nuziale quindi, se si desidera estendere l’invito anche al banchetto nuziale, è importante allegare, su un cartoncino a parte, da inserire sempre nella stessa busta delle partecipazioni, anche l’invito al ricevimento nuziale.

E ancora, se si desidera invitare l’ospite solo al taglio della Wedding Cake (e quindi non al ricevimento nuziale vero e proprio) l’invito al ricevimento nuziale riporterà, con chiarezza, il riferimento a quel momento specifico della festa.

Ma torniamo a noi e alle partecipazioni di nozze.

Il Bon Ton prevede che sia la famiglia della sposa a farsi carico delle partecipazioni e dei coordinati (l’invito al ricevimento nuziale, i biglietti di ringraziamento, ed altri elementi cartacei presenti al matrimonio come i segnaposto, i menu e i libretti messa) .

La scrittura delle partecipazioni di nozze segue regole ben precise.

 

Il Bon Ton delle partecipazioni di nozze: le regole da seguire, i tempi e la forma

 

La tradizione prevede che siano i genitori ad annunciare il matrimonio dei propri figli per questa ragione sulle partecipazioni di nozze troveremo in alto a sinistra i nomi dei genitori della sposa (prima il nome del padre poi quello della madre con il cognome da sposata, seguito dal suo nome da nubile); nelle partecipazioni di nozze in alto a destra, riporteremo il nome dei genitori dello sposo che annunciano il matrimonio del relativo figlio con la futura consorte.

Al centro delle partecipazioni di nozze troveremo data, ora e luogo della cerimonia.

Al fondo delle partecipazioni, in basso a sinistra, andremo a riportare il domicilio della famiglia della sposa, mentre in basso a destra, scriveremo il domicilio della famiglia dello sposo e, infine, nella parte bassa delle partecipazioni, al centro, si andrà a scrivere l’indirizzo della nuova dimora dove andrà a vivere la coppia di sposi.

 

Wedding Etiquette: Il Bon Ton delle partecipazioni di nozze

Wedding Etiquette: Il Bon Ton delle partecipazioni di nozze

 

Oggi, questa tradizione sta via via scomparendo e sempre di più sono gli sposi stessi ad annunciare direttamente il proprio matrimonio. In questo caso le partecipazioni di nozze verranno scritte così:

Nella parte alta delle partecipazioni, in alto a sinistra riporteremo il nome della sposa, che annuncia direttamente il proprio matrimonio con il relativo coniuge, mentre in alto a destra, riporteremo il nome dello sposo che, anch’esso annuncerà direttamente le proprie nozze.

Nella parte centrale delle partecipazioni di nozze, vanno sempre riportati con chiarezza la data, l’ora e il luogo della cerimonia mentre, nella parte basse delle partecipazioni, al fondo del biglietto, troveremo riportati a sinistra il domicilio della famiglia della sposa, a destra il domicilio della famiglia dello sposo. Sempre nella parte bassa, ma al centro riporteremo l’indirizzo della nuova dimora dove andrà a vivere la coppia di sposi.

 

Le partecipazioni di nozze vanno spedite 3 mesi prima del Grande Giorno per connazionali e, se si hanno invitati all’estero, è bene inviarle anche 90 giorni in anticipo, facilitando l’organizzazione logistica del viaggio.

 

 

Wedding Etiquette: Il Bon Ton delle partecipazioni di nozze

Wedding Etiquette: Il Bon Ton delle partecipazioni di nozze

 

 

Se desiderate scoprire di più sulle curiosità e sulle tradizioni che ruotano attorno al magico mondo del wedding, siete nel posto giusto! Qui di seguito vi suggerisco alcuni altri articoli, presenti su questo Blog, che potrebbero piacervi.

Wedding Etiquette: I Biglietti di Ringraziamento

Wedding Etiquette: gli invitati al matrimonio

Wedding Etiquette: Il taglio della Wedding Cake

Wedding Etiquette: Le fedi e scambio degli anelli 

Wedding Etiquette: La Damigella D’Onore

Wedding Etiquette: Le Feste Prematrimoniali 

Wedding Etiquette: Bomboniere matrimonio

 

 

 

READ MORE