FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

Wedding Planner - Via Villa della Regina, 4 - 10131 Torino - Viale delle Betulle, 1 - 10048 Vinovo (Torino)
Chiamaci: +39 344 2381831 it
ruen

Skip to Content

Category Archives: Blog

Abbinamento Black and White ad un matrimonio: ammesso o concesso?

Tra le regole di Bon Ton e di buon gusto che abbiamo annoverato nell’articolo dedicato alle 8 regole su come vestirsi ad un matrimonio, (parlando dei look che le invitate dovrebbero evitare quando si apprestano ad andare ad un matrimonio), abbiamo individuato la scelta del total white così come del total black come colori da evitare. Con l’articolo di oggi, invece, vi svelerò l’eccezione che conferma la regola! Se siete invitate ad un matrimonio a tema Black e White, questa sarà l’occasione giusta per sfoderare il vostro look preferito (sia questo bianco, nero o bianco e nero) da indossare per il giorno delle nozze e sfoderare, così, un perfetto abbinamento Black and White ad un matrimonio.

 

L’abbinamento Black and White, così chic e raffinato se studiato con cura, rischia di sfociare nel cattivo gusto se non si seguono piccoli accorgimenti.

Con un abbinamento Black and White, infatti, forziamo un contrasto estremamente deciso, abbinando, in uno stesso look, due colori entrambi molto puliti, lisci e lineari di per sè, ma così difficili da combinare insieme.

Inoltre scegliere di optare per un abbinamento Black and White ad un matrimonio, quando si è invitate all’evento, può essere una scelta discutibile, a meno che non siano gli sposi stessi a proporre l’abbinamento Black and White ad un matrimonio come colore tema alla base delle proprie nozze.

Chiaramente, laddove gli sposi scelgano di optare per un matrimonio a tema Black and White per il giorno delle nozze, lo scriveranno sulle partecipazioni di nozze o, comunque, lo renderanno chiaramente comprensibile agli invitati che, allora (e solo allora) si potranno sbizzarrire con la scelta di un favoloso abbinamento Black and White ad un matrimonio senza risultare fuori luogo e senza contrastare le regole basilari di Bon Ton da rispettare quando si è invitati ad una cerimonia nuziale.

La scelta del total white o del total black è la scelta per chi ama vincere facile: si tratta di due colori molto neutri, che donano a tutte, conferiscono eleganza e, nella loro semplicità ed austerità, possono “perdonare” scollature audaci e spacchi vertiginosi, rendendo l’outfit nel suo complesso sensuale e raramente volgare. Certamente, in questo senso, sarà fondamentale la qualità del tessuto con cui verrà realizzato l’abito: il tessuto, infatti, sarà decisivo nel trasmettere al capo classe ed eleganza o, al contrario, sciatteria e pessima qualità.

Nell’articolo di oggi, voglio fornire qualche consiglio a chi, invece, è pronto ad osare e a miscelare i due colori in un unico outfit, incarnando il vero e proprio abbinamento Black and White ad un matrimonio senza, per questo, rievocare l’idea di una scacchiera!    

In questo articolo, quindi, vi suggerirò un paio di accortezze da seguire per un abbinamento Black and White ad un matrimonio bilanciato ed impeccabile! 

 

 

Come costruire un abbinamento Black and White ad un matrimonio impeccabile e ben bilanciato

 

 

Come prima cosa sfatiamo il mito che tutti i bianchi sono uguali e tutti i neri sono neri e facciamo un passo doveroso in dietro: quando ci approviamo a ricreare un abbinamento Black and White ad un matrimonio dobbiamo considerare il bagno di colore delle nostre tonalità. Il bagno di colore è, infatti, fondamentale per ottenere un look glam, raffinato e armonico. 

L’ abbinamento Black & White rappresenta già, di per sé, un contrasto estremamente audace e noi dobbiamo assicurarci di trasformare l’audacia pura in un’audacia elegante, di classe e raffinata e, soprattutto, ben bilanciata se vogliamo optare per un abbinamento Black and White ad un matrimonio quando siamo invitate al giorno delle nozze di una persona a noi cara. Proprio a questo fine, dobbiamo assicuraci di indossare solamente capi con uno stesso bagno di colore. In questo senso, l’ abbinamento Black and White ad un matrimonio si può considerare riuscito solo se tutte le componenti bianche dell’outfit sono caratterizzate da una medesima punta di bianco e se tutte le componenti nere dell’outfit sono caratterizzate da una medesima punta di nero: la punta di bianco o di nero viene definita bagno di colore. Questo può essere più freddo o più caldo, può essere più tendente al panna, al latte, all’avorio o, al contrario, all’azzurro ed al bianco ottico se parliamo di bianco, così come può essere più tendente al blu, al viola o al rosso (che vira sul marrone-testa di moro) se parliamo del nero.  

 

Abbinamento Black and White ad un matrimonio: ammesso o concesso?

Abbinamento Black and White ad un matrimonio: ammesso o concesso?

 

 

Vi ricordate la regola d’oro degli abbinamenti? (se volete scoprire di più a riguardo, vi suggerisco di leggere la nostra guida definitiva sullo stile che potrete trovare semplicemente cliccando qui o accedendo alla sezione libri di questo sito)

Un outfit può essere composto da soli due colori. Per le più eccentriche è possibile spezzare questo duo mediante un contrasto ricercato: ovvero, spezzare la linearità con un accessorio, a scelta, in un colore complementare rispetto alla nuance di uno dei capi indossati (ancora meglio se si tratta del complementare del capo con il colore più forte e acceso: questa raffinatezza, infatti, va a ricreare un contrasto vibrante e drammatico, molto d’effetto!).

Ora, questo concetto, che dovreste già avere profusamente interiorizzato, se avete letto la nostra guida [per sapere di più sul libro, potete semplicemente cliccare qui e troverete le potenzialità dell’opera, una breve sinossi e i motivi che rendono questo volume il più fedele consulente d’immagine tascabile: “The Book of Style: Impeccabili ad Ogni Occasione d’Uso” – una guida all’insegna dello stile] ci serviva chiaro e definito per risponderci alla seguente domanda: volendo optare per un abbinamento Black and White ad un matrimonio, quanto nero quanto bianco devono essere presenti nel look ed in che percentuali per realizzare un look raffinato, sofisticato elegante e perfettamente equilibrato?

L’abbinamento Black and White ad un matrimonio è un look che può essere sfruttato bene e d’estate e d’inverno, sia per matrimoni invernali che si svolgono durante la stagione fredda dell’anno che per i matrimoni tradizionali che si celebrano durante la bella stagione (quindi, matrimonio d’estate e primaverili). Ciò che cambia, però, saranno le percentuali dei due colori, e la loro presenza nella composizione complessiva dell’outfit, nonché i bagni colore impiegati per realizzare il nostro perfetto abbinamento Black and White ad un matrimonio.

Volendo ricreare, quindi, un abbinamento Black and White ad un matrimonio, sarà utile porre la dovuta attenzione ad alcuni piccoli accorgimenti, utili per ricreare un look sempre elegante ed armonioso e, soprattutto, equilibrato e ben bilanciato.

 

Abbinamento Black and White ad un matrimonio: ammesso o concesso?

Abbinamento Black and White ad un matrimonio: ammesso o concesso?

 

 

Ricreare un perfetto abbinamento Black and White ad un matrimonio per matrimoni che si svolgono durante la bella stagione

Partendo dall’assioma che stiamo ricreando un look basato sull’abbinamento Black and White ad un matrimonio, per presentarvi al top ad un matrimonio che si celebra in una calda d’estate, vi consiglio di puntare su un outfit contraddistinto da un’accostamento colore basato in prevalenza sulla componente bianca, chiara e luminosa. Per amplificare l’effetto luce, possiamo prediligere il bianco ottico (che, a mio avviso è la sfumatura di bianco più difficile da utilizzare).

Per creare il nostro abbinamento Black and White ad un matrimonio se siamo invitate ad una cerimonia nuziale di mattina e piuttosto informale potremo optare per un bel pantalone in lino bianco, abbinato ad una blusa, dello stesso tessuto, leggermente ampia, con manica lunga e risvoltata, impreziosendo l’outfit con degli accessori particolari e preziosi (anche un bel cappello se indossato anche dalla mamma della sposa).

Per un matrimonio serale o per nozze pomeridiane, celebrate nel tardo pomeriggio, si potrà, invece, optare per un look più elegante: un tubino aderente bicolor (mantenendo sempre la parte chiara sulla parte alta della figura e relegando i toni scuri alla parte bassa: accortezza che aiuta a conferire volume ottico al décolleté e a slanciare otticamente la figura, snellendola sui fianchi e sulle rotondità della parte bassa del corpo) piuttosto che una gonna a bambola black (in tulle oppure semplicemente a ruota, rigida, ampia e magari asimmetrica, più corta sul davanti in modo da scoprire le gambe in maniera accattivante e sofisticata) da abbinare ad un micro top da inserire all’interno del cinturino della gonna, rigorosamente a vita alta per evidenziare il punto vita!

Ciò che sarà immancabile saranno poi gli accessori ed i bijoux: pochi accessori d’effetto Black, in perfetto stile minimal chic saranno la miglior scelta! Per esempio un bel bijoux importante con grosse perle bianche, spezzate con un medaglione nero di tulle o in pietre dure, oppure scegliere degli orecchini importanti, sempre in pietre dure nere, decorati con fiocchetti di tulle e grosse perle luminose a contrasto.

Ecco, questi sono solamente alcuni degli outfit che si possono ricreare. Se volete scoprire di più sugli abbinamenti possibili e sugli accostamenti ideali per studiare un perfetto abbinamento Black and White ad un matrimonio vi suggerisco di leggere la mia guida all’insegna dello stile (che dedica un’intera seziona all’accostamento dei colori e alle tecniche di camouflage, basate sull’utilizzo della tecnica del colore per esaltare i punti di forza e camuffare quelle piccole imperfezioni che noi tutti abbiamo!).

 

 

Ricreare un perfetto abbinamento Black and White ad un matrimonio per un matrimonio invernale

Partendo dal concetto di base che stiamo ricreando un look basato sull’abbinamento Black and White ad un matrimonio, per presentarvi al top ad un matrimonio che si celebra durante la stagione fredda (e, tendenzialmente più cupa, rispetto alla luminosità sprigionata durante la bella stagione), d’inverno consiglierei di prediligere le note scure in preponderanza rispetto alle note chiare dell’outfit. Volendo, quindi, ricreare un ottimo abbinamento Black and White ad un matrimonio, il mio consiglio è quello di puntare su outfits neri, staccando con inserti, accessori o capispalla a contrasto.

Qui, di nuovo, molta attenzione andrà conferita al bagno di colore!

Personalmente non amo molto usare il bianco ottico nei mesi freddi dell’anno e preferisco, piuttosto, un bianco-latte, tendente al panna o all’avorio: trovo che riscaldi ed illumini l’incarnato non abbronzato (a differenza del bianco ottico che tende, invece ad ingrigire ulteriormente un incarnato già pallido di suo).

Per recarvi ad un sontuoso matrimonio invernale (sempre che si tratti di un matrimonio a tema Black & White) consiglio, quindi, di puntare su un outfit Total Black, staccando, a seconda dell’occasione, con un importante cappello bianco, molto “lady”, per una cerimonia nuziale di mattina (sempre che lo indossi anche la mamma della sposa) oppure, con degli accessori bianchi e luminosi a contrasto: via libera a perle ultra white, ad orecchini ed a bracciali punti luce!

Inoltre, udite udite, un must della prossima stagione sarà il cappotto bianco (sia come outfit da cerimonia sia per la vita da tutti i giorni) da indossare rigorosamente aperto!

Ho volutamente lasciato da una parte la scarpa…. a questo accessorio, così prezioso, ho volutamente lasciato un articolo a parte che potrete leggere semplicemente cliccando qui: la scarpa da sposa: come scegliere quella perfetta.

READ MORE

Event Management & Wedding Planning – un manuale per imprenditori emergenti

Event Management & Wedding Planning:

Costruire da Zero il Proprio Brand

Tecniche di Creative Marketing ed Avviamento della Realtà Imprenditoriale”

di Silvia Carlotta Belli

a cura di Europa Edizioni 2017

con il patrocinio di SAA School of Management  (Uni.To)

 

Event Management & Wedding Planning

Event Management & Wedding Planning

 

 

Event Management & Wedding Planning è un manuale didattico, nato dall’unione dell’esperienza maturata nel campo degli eventi e nel mondo del lavoro, intrecciata alle solide basi acquisite durante la formazione manageriale e gli studi internazionali di marketing, ed è il testo alla base di un corso di formazione online acquistabile sulla piattaforma  www.silviabelli-corsi.com .

 

Il punto di forza di questo testo?!

Questo pratico testo di Event Management & Wedding Planning coniuga, in maniere semplice, concreta e facilmente comprensibile, i necessari aspetti manageriali, di marketing e di personal branding che l’imprenditore deve conoscere per avviare una propria start up nel campo degli eventi, con una certa sicurezza nell’affrontare il rischio di impresa.

In questo senso, nell’opera Event Management & Wedding Planning, non mancheranno anche tutta una serie di spunti burocratici, propedeutici all’apertura della propria agenzia di eventi prima di addentrarsi, poi, nel fatato mondo degli eventi veri e propri. 

 

L’essenza dell’opera Event Management & Wedding Planning

Il testo Event Management & Wedding Planning vuole essere un vero e proprio tutor che, step by step, aiuta il giovane imprenditore a muovere i primi passi, nell’apertura della propria agenzia di eventi, per diventare un Wedding Planner qualificato e professionale.

 

Il fattore discriminante (o punto di differenziazione)

Rispetto agli altri testi presenti sul mercato, Event Management & Wedding Planning si differenzia per la completezza della parte introduttiva e propedeutica al mondo fatato degli eventi vero e proprio. Diciamo che il testo è stato scritto su un’esigenza autobiografica:

“Quando ho scelto di abbracciare questa professione, avrei sentito tanto il bisogno di ricevere dei consigli sinceri:

  • quali sono i primi passi da muovere?
  • come si definisce la propria tariffa per non risultare fuori mercato?
  • per me realizzare un preventivo rappresenta il 70% del lavoro da svolgere per un evento; come faccio a fare in modo che i miei preventivi non si disfino, sempre, in una palla di fumo e, sopratutto, come posso evitare gli spionaggi sleali della concorrenza?
  • come faccio abbattere la diffidenza di fondo tra cliente e wedding planner e trasmettere la mia unicità
  • come si sceglie l’inquadramento fiscale giusto per il tipo di attività che intendo andare a svolgere? (desidero vendere solo “consigli” e, quindi, consulenza? Oppure desidero vendere anche dei prodotti?)
  • come devo approcciarmi con i collaboratori per instaurare solide collaborazioni. Sento che, nel settore del wedding, le wedding planner richiedono provvigioni e commissioni ai fornitori con cui collaborano… mi sembra un piccolo guadagno extra decisamente interessante. Come funziona la logica che ruota attorno alle provvigioni? E sono realmente la scelta migliore?
  • Come posso impostare i contratti verso clienti per tutelarmi? In questo mestiere mi trovo a dover gestire somme di denaro tra cliente e fornitore. Devo essere io ad occuparmi del budget? Mi conviene fare in modo che i clienti versino i corrispettivi a me o direttamente ai fornitori? Come tutelarmi dinnanzi a clienti che non vogliono saldare i corrispettivi ai fornitori ingaggiati nel lavoro per non rimetterci io di tasca mia?
  • (…)….”

Insieme alle risposte a tutte queste domande, il testo Event Management & Wedding Planning rielabora, in chiave immediata e sintetica, tutti gli studi in creative marketing ed inerenti al marketing sensoriale legati al percorso formativo dell’autrice, fornendo all’utente, oltre che tutti i fondamenti burocratici necessari da conoscere per l’avvio di un’attività in proprio anche e soprattutto tutti i meccanismi da mettere in gioco per lanciare un Brand dalla Brand Identity solida e vincente, caratterizzato da un’immagine coordinata impeccabile che aiuti a trasmettere messaggi e significati attraverso una forma di comunicazione tacita, notevolmente importanti.

 

Sinossi

Il manuale Event Management & Wedding Planning si compone, essenzialmente, di due parti.

Una prima parte, piuttosto tecnica, in cui vengono trattate, nello specifico, tutte le nozioni di comunicazione e marketing utili per partire subito con il piede giusto nell’avviamento della nuova attività e nella creazione di un’immagine vincente e convincente e tutte le dovute nozioni manageriali per affrontare un investimento il più possibile sicuro, ponderato e razionale: in questa prima parte dell’opera impareremo l’importanza della Brand Identity e, conseguentemente, dell’immagine coordinata aziendale; studieremo la psicologia delle forme e del colore e la loro applicazione nella veste grafica, legata al nostro Brand; andremo a comprendere i retroscena alla base della costruzione di un sito internet vincente; andremo a comprendere l’importanza della redazione di un buon Business Plan e come si realizza questo documento (che, se commissionato, può arrivare a costare anche migliaia di euro) e, per concludere, andremo a vedere insieme i concetti principali che non devono mancare nella stesura di un contratto versus cliente.

La seconda parte, invece, ci immerge nel magico mondo degli eventi: qui verranno analizzate, in maniera più che approfondita, tutte le dinamiche che ruotano attorno ad un evento: andremo a definire tutte le particolarità che differenziano un evento privato (come un compleanno, un anniversario, una ricorrenza) da un evento aziendale (sia questo un’inaugurazione, un meeting o una Convention) per approdare, poi, al fatato mondo del wedding e a tutta l’organizzazione che ruota attorno ad un Luxury Wedding in grande stile fino a trattare anche le preziose perle legate al matrimonio low cost e al Destination Wedding.

Vedremo insieme come guadagnarsi la fiducia del cliente, trasmettendo valore e sicurezza, sin dal primo approccio; studieremo la timeline di tutte le attività da svolgere, in ordine cronologico, nell’organizzazione del matrimonio perfetto; andremo a vedere, nel dettaglio, tutte le differenti attività che vanno prese in considerazione nell’organizzazione di un evento in grande stile, nonché tutte le particolarità che differenziano le diverse tipologie di matrimonio. Non mancherà nemmeno un intero capitolo dedicato all’importanza del tema, per continuare con la scelta degli allestimenti e molto altro ancora.

Insomma,Event Management & Wedding Planning racchiude tutto ciò che ruota attorno al Big Day e tutti i segreti decisivi per avviare un’attività in proprio in autonomia e sicurezza! Ma le sorprese che questo manuale ha da rivelare non finiscono qui! Event Management & Wedding Planning ha ancora un’ultima perla, del tutto speciale, da rivelare: un’appendice legata al Dizionario dei Fiori con illustrati i significati, la simbologia, la declinazione colori e la stagionalità fiore per fiore! 

 

Per sapere di più, vi basterà cliccare qui!

 

READ MORE

“The Book of Style: Impeccabili ad Ogni Occasione d’Uso” – una guida all’insegna dello stile

“The Book of Style: Impeccabili ad Ogni Occasione d’Uso”

La Guida all’insegna dello Stile e del Buon Gusto

di Silvia Carlotta Belli
a cura di Europa Edizioni 2016

 

Questo testo vuole essere una guida all’insegna dello stile, interamente illustrato dall’autrice, rivolto sia a chi desidera intraprendere la professione del Consulente di Immagine e formarsi, dunque, in questo senso, sia a chi, semplicemente, ama giocare con la moda, desidera mettersi in gioco e modificare o rivoluzionare il proprio look, guadagnando un’immagine più fiduciosa in sé stesso e maggiore autostima.

“The Book of Style”, inoltre, ed è il testo alla base di un corso di formazione online acquistabile sulla piattaforma  www.silviabelli-corsi.com .

 

L’essenza dell’opera

Il testo è una guida all’insegna dello stile che vede raccolti tutti i principi legati all’abbigliamento donna e uomo da applicare in ogni occasione che la vita di tutti i giorni propone (scuola, lavoro, ufficio, riunioni, serata con gli amici, pranzo di Natale in famiglia, Gala Cocktail a bordo piscina… ) nonché all’ambito della cerimonia. Per quanto riguarda la sezione dedicata alla cerimonia della nostra guida all’insegna dello stile, ovvero la seconda parte dell’opera, qui si apre tutto il mondo legato al Bridal Styling, ovvero alla definizione dell’immagine della sposa e dello sposo in vista del Grande Giorno, con la definizione di tutti i particolari che compongono l’abito da sposa e quello da sposo, con una particolare attenzione riposta agli accessori nonché alle perle di Bon Ton che tanto si pronuncia sull’argomento.

 

Il punto di forza di questo testo?!

La consulenza d’immagine è, tuttora, spesso vista come un servizio relegato al mondo dei Vip, considerato un servizio inaccessibile e lontano dalla portata delle persone comuni. Niente di più sbagliato! Ma, siccome ci vorrà del tempo e tanto duro lavoro prima che si perda, nella mentalità comune, questo preconcetto nei confronti di un servizio (del prezzo non certo superiore al costo di un abito sbagliato, che rimarrà relegato nell’armadio a vita!!), ho pensato di racchiudere, in una tascabile guida all’insegna dello stile, la mia consulenza sullo stile! Questa definitiva guida all’insegna dello stile, infatti, vuole essere proprio questo: un consulente d’immagine tascabile, sempre a portata di mano, da portare sempre con sé per non sbagliare mai più nessun acquisto ed acquistare solo ed esclusivamente capi che ci valorizzano realmente!

 

Il fattore discriminante (o punto di differenziazione)

Ciò che rende unica questa guida all’insegna dello stile è il know how racchiuso all’interno, frutto di una formazione specifica dell’autrice in Fashion Design e Styling, vissuta a contatto con l’alta moda Milanese.
La nostra guida all’insegna dello stile, specifica, oltre ad i capi “mai più con “ ed ai “mai più senza” imprescindibili in un qualsiasi guardaroba base (donna e uomo) che si rispetti, due sezioni interamente dedicate alle tecniche del camouflage, sia nell’abbigliamento che nel make up. In queste sezioni, della nostra guida all’insegna dello stile,  andremo ad analizzare le diverse forme del corpo e le differenti fisicità con espliciti rimandi ai tagli, alle linee, ai colori (o pattern) ed ai modelli da prediligere per esaltare i punti di forza delle differenti fisicità nonché quelli da evitare assolutamente per non rischiare di evidenziare quelle piccole imperfezioni che noi tutti abbiamo. Stesso discorso sarà, quindi, applicato al make up ed alla correzione delle proporzioni attraverso dei piccoli escamotage semplici ed utilissimi per esaltare la nostra naturale bellezza! Tutti questi concetti, poi, saranno ripresi nella seconda parte della nostra definitiva guida all’insegna dello stile, ed applicati alla scelta dell’abito da sposa perfetto con specifiche indicazioni al tipo di fisicità che meglio indossa le differenti tipologie di abito.

 

Sinossi

La nostra definitiva e completa guida all’insegna dello stile contiene tutti i principi base per ottenere un guardaroba impeccabile,
sia maschile che femminile e spiega come, in realtà, bastino davvero pochi accorgimenti mirati per guadagnare un’immagine più convincente!
La nostra guida all’insegna dello stile si divide, per praticità, in 4 parti: due saranno le parti rivolte allo stile e alla consulenza d’immagine nella vita di tutti i giorni, per la Donna e per l’Uomo: qui troveremo pillole di eleganza, i capi “mai più con” ed i “mai più senza”, andremo a vedere come si compone un guardaroba basico impeccabile, sia maschile che femminile, per essere perfetti in ogni occasione d’uso (dalla giornata in ufficio all’aperitivo con le amiche, dalla trasferta di lavoro al Pranzo di Natale in famiglia, fino al codice di stile per presentarsi ad una cena di Gala formale); impareremo a conoscerci e a conoscere il nostro corpo, imparando a valorizzare i nostri punti di forza, esaltandoli, camuffando quelle piccole imperfezioni che noi tutti abbiamo; studieremo le differenti forme del corpo che caratterizzano le differenti fisicità ed imparando come valorizzare quelli che prima pensavamo fossero difetti e molto altro ancora!
Invece, nelle restanti due parti della nostra guida all’insegna dello stile, la scena si sposta al mondo della cerimonia ed, in particolare modo, al mondo del Wedding, con tutte le specifiche dell’abito da sposa e abito da sposo: qui verranno raccontati tutti i modelli di abito possibili; andremo a vedere di quali elementi si compone l’abito da sposa e di quali elementi si compone l’abito da sposo, per continuare, poi, con specifici consigli ed indicazioni sul modello da prediligere, a seconda della forma del corpo e della fisicità di chi lo dovrà indossare. Nella nostra guida all’insegna dello stile vedremo anche tutti gli accessori collaterali che vanno ad arricchire l’abito da sposa (gioielli, copricapi, fermagli-gioiello) e studieremo, nel dettaglio, gli elementi che creano un abito da sposo da perfetto gentleman (guanti, cappello, bastone da cerimonia…). Non mancheranno, poi, alcuni preziosi consigli di Bon Ton per non rischiare di sbagliare dress code nelle diverse situazioni.

 

Per sapere di più, vi basterà cliccare qui!

READ MORE

La confettata nel matrimonio e le sue variazioni

Se nella tradizione italiana la confettata classica, nella sua versione più legata alla tradizione, padroneggia sulle tavole riccamente imbandite delle coppie nostrane, possiamo prendere in prestito tanti spunti creativi, dai nostri amici anglofoni, nella cui tradizione non mancano certo ricchi buffet dolciari, imbanditi con prelibatezze golose di ogni tipo! 

 

WHITE TABLE o CONFETTATA CLASSICA

La White Table è l’allestimento più simile alla nostra confettata classica, nella sua versione più legata alla tradizione; questo dolcissimo corner tematico si caratterizza proprio per la sua immacolata dedizione al confetto, decantato come simbolo di fertilità e buon auspicio. Per realizzare una White Table che si rispetti, basta partire, come sempre, dal tema matrimonio e dalla base colori prescelta per la definizione della cromia dell’intero allestimento: da questo momento in poi, una volta riempite tutte le varie potiche di confetti ai gusti più disparati (per allestire una buona confettata sono, di norma, sufficiente 7 / 8 gusti diversi) si potranno allestire le candele, rigorosamente accese, sulle diverse alzatine e sugli appositi candelabri, precedentemente vestite con pizzi e nastri nella scala colori suggerita dal wedding mood. A questo punto, via libera a collane di perle e qualsivoglia elemento decorativo in linea con il tema del matrimonio e con lo stile predefinito. 

Un consiglio pratico è quello di segnalare ogni gusto con un elegante cartellino, scritto a mano oppure optando per una grafica in sintonia con l’immagine coordinata dell’evento, posto davanti al recipiente. Così ogni invitato potrà scegliere il confetto che meglio sposa i propri gusti senza difficoltà!

 

La confettata nel matrimonio

La confettata nel matrimonio

SWEETS TABLE o CANDY BAR

Un omaggio alla tradizione anglosassone (tipicamente inglese e americana), è l’introduzione anche nella nostra cultura della Sweets Table: si tratta di un allestimento insolito e originale per un banchetto a base di dolci e caramelle di ogni tipo: candy canes, mushmellows, soffici cup cake mono-porzione, riccamente decorati con elementi in pasta di zucchero, biscotti glassati dalle forme più inusuali e riccamente decorati, torte “dummies” stucchevoli e dall’immediato effetto meraviglia! Questi corner tematici per il matrimonio possono essere realizzati sui supporti più originali e particolari: a partire da vecchi carretti in legno, usati nelle campagne di una volta, ai caratteristici carretti su ruote dei gelatai ispirati alla Parigi di un tempo, fino alle soluzioni più originali che vengono in mente a seconda del tema dell’evento. In quanto ad allestimenti vale tutto! In relazione al tema dell’evento, allo stile predefinito e, quindi, alla base di colori prescelta, via libera a decorazioni e supporti di ogni genere: tronchi in legno granitici o barili da vino per un matrimonio in perfetto stile boho chic, piuttosto che un “vintage cart” proprio come i venditori di caramelle ambulanti ispirati alle Luna Park ed ai giostrai di tante decadi orsono.   

Un ultimo consiglio pratico? Sarà utile la presenza di piccoli sacchetti di carta, plastica o in stoffa, coni, scatolette o piccoli cestelli dove l’invitato possa riporre i confetti di suo gradimento e portarseli appresso dopo averne effettuato la selezione prediletta.

 

Ps.  Le dummies, al plurale (o dummy cake, al singolare) sono, essenzialmente, le basi in polistirolo, che vengono poi ricoperte con la pasta di zucchero o altri impasti e che fungono da basi per le decorazioni successive; ne esistono di varie dimensioni, forme e figure di ogni tipo.

 

Se l’argomento ti è piaciuto, ti potrebbe far piacere leggere anche il mio altro articolo: I confetti: le origini ed il loro significato

READ MORE