FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

Via Villa della Regina, 4 - 10131 Torino - Viale delle Betulle, 1 - 10048 Vinovo (Torino)
Chiamaci: +39 344 2381831 it
ruen

Skip to Content

Blog Archives

Studs & Spikes

Studs & Spikes, borchie, trend F/W 2015-2016

Studs & Spikes, borchie, trend F/W 2015-2016

Care lettrici, come accennato in un recente post sui Trend Accessori F/W 2015 – 2016, un must have che i fashion brand ci propongono in tutte le salse ed in tutti i più svariati modi, sono le studs & spikes, in italiano, si tratta delle mie adorate borchie che riescono stravolgere un look elegante, sobrio e pettinato, rendendolo glamour e conferendogli un tocco super rock!

I brand di alta moda ne hanno proposto una versione high profile con abiti interamente realizzati da preziose decorazioni borchiate e ricami.

I brand di fascia-prezzo media e la fashion low cost seguono molto questo trend puntando, piuttosto, su inserti particolari e decorazioni su accessori quali scarpe, borse, bijoux e… nails! Ebbene sì, questa è una piccola chicca: se la nail art, un po’ per forza di cose, si è notevolmente moderata nelle sue performance più estreme ed eccentriche, resta forte il trend di decorare un’unghia a contrasto realizzandola in una nuance complementare o, sulla stessa base, costruita con applicazioni 3-D e, proprio in riferimento a quest’ultima opzione, esistono delle micro-borchiette, più o meno appuntite, da applicare sulle unghie, con specifici prodotti, in modo da ricreare un’allure glam rock su una manicure semplice e per lo più basica.

Ma torniamo agli albori e diamo una definizione a questo elemento così glamour: le studs sono delle applicazioni (embellishments) metalliche 3-D più o meno sporgenti, più smussate o più a punta a seconda del modello. Tra le versioni più classiche troviamo borchie dorate, metallizzate, brunite o scurite nella versione più tendente all’antracite, poi, gli stilisti si sono divertiti a sperimentare con i colori più improbabili e, talvolta, anche con materiali plastici e gommosi.

Il tessuto che per eccellenza richiama le borchie è la pelle (sia questa vera pelle o pelle ecogreen), meglio ancora se nera! (Nella stagione più calda, invece, è il denim a fare da padrone!)

Come già accennato in alcuni dei precedenti post, questo è l’anno dei contrasti. Quindi, perché non giocare con un look piuttosto classy e sdrammatizzarlo con un accessorio borchiato? In ogni caso un chiodo in pelle decorato, piuttosto che un guanto tutto borchiato gold, o una décolleté iper femminile riccamente decorata con spiky studs da perfetta Harleyista, si abbinano perfettamente ad un bel jeans slimfit o boyfriend (a seconda della vestibilità del capo spalla) ed una t-shirt iper basica o con lettering.

Ora vi lascio alcune immagini per prendere spunto per i vostri outfit e per i vostri accessori ma prima ancora un ultimo consiglio: quando realizzate il vostro look super cool, puntate su un solo accessorio borchiato molto d’effetto o al massimo due se sono più discreti e se si abbinano bene insieme (esagerare in questo senso rischia di essere too much fuori da uno shooting fotografico)!

 

Care amiche, io resto a vostra disposizione per qualsiasi domanda o dubbio: se avete qualche argomento specifico di cui vi piacerebbe parlare, lasciate un commento qui sotto! Potete anche scrivermi su facebook (https://www.facebook.com/silviabellievents) o ancora scrivermi in privato all’indirizzo mail@silviabelli.com.

Sarò felice di rispondere alle vostre richieste e ai vostri dubbi con un post specifico scritto apposta per voi!

 

 

READ MORE

Accessori: Trend F/W 2015 – 2016

TREND ACCESSORI F/W 2015 - 2016

TREND ACCESSORI F/W 2015 – 2016

Abbiamo dedicato svariati post ai fashion trends per quest’autunno-inverno 2015-2016 e ora ecco un post tutto sui trend accessori!

In campo di accessori e bijoux i principali trend che vengono proposti dalle collezioni autunno inverno 2015 – 2016 , visti sfilare sulle catwalks di alta moda, sono i seguenti:

Ear cuffs originali che salgono lungo tutto il padiglione auricolare con i loro decori e gemme;

 

Catene corpose e pesanti e cascate di lunghe catene e catenelle intrecciate tra loro di diverse dimensioni proposte nelle tonalità gold, silver e noir;

 

Perle a volontà! Le perle sono, insieme alle catene, forse il trend principale; si vedono sfilare, infatti, perle in ogni dove ed in ogni come, ma sempre eco-chic! Perle dalle grosse dimensioni in lunghe collane da avvolgere anche un paio di volte attorno al collo; lunghe collane di perle con fermagli particolari; orecchini e anelli ornati da grosse perle proposte anche nella più classica versione “crema” ma soprattutto nelle versioni white e gray;

 

Gioielli retrò: un must have di questa stagione (che ci accompagnerà anche per tutto il 2017) sono gli antichi cammei, i vecchi gioielli di una volta, importanti ciondoli intrisi di storia sorretti da lunghe catenelle, eleganti orecchini a lobo o raffinati pendenti che potremmo trovare nei preziosi cofanetti delle nostre bisnonne;

 

Si assiste ad un revival delle spille, anch’esse meglio se preziose e ricche di identità storica, ma anche moderne e particolari da utilizzare come mero gioiello oppure spesso impiegate come fermagli per fermare lateralmente l’apertura di un maxi-pull;

 

Jeweled headphones: brillanti e luccicanti, le headphones non possono mancare sulle orecchie di nessuna fashionist! Grosse, vivaci, luccicanti e imponenti sono le cuffie da abbinare ai nostri I-Pods per questa stagione!

 

Frange & fringes: le frange sono un altro tema ricorrente. Le vediamo proposte nell’abbigliamento così come nei bijoux. Onestamente non le amo molto, tuttavia hanno sfilato collane e bracciali decorati con una cascata di frange costituite da sottilissimi filamenti d’oro (nelle bigiotterie, ad ogni modo, è possibile trovarne versioni più economiche ma sempre originali e sfiziose!);

 

Breastplates: si tratta di collane importanti e molto d’impatto che vanno ad impreziosire (ed occupare!) tutto il décolleté. Sono collane piuttosto difficili da indossare, ammesse solo con una semplicissima camicia bianca, abbottonata fin dal primo bottoncino sul colletto in perfetto stile istitutrice Vittoriana (come il trend impone), oppure su un dolcevita neutro e monocromato.

 

Maxi, Maxi, MAXI! Maxi bracciali e maxi orecchini e maxi anelli, insomma, tutto maxi! Tuttavia la regola del “lessi is more” non è mai stata più presente e seguita. Catalizzare l’attenzione con un bracciale importante, una fascia golden, un tondeggiante in plexi va benissimo; scegliere un anello importante con una bella pietra o un paio di orecchini con una cascata di lamine dorate… tutto benissimo, purchè si scelga uno ed un solo elemento protagonista. Va bene completare una collana importante con una piccolissima e delicata fedina al dito, se proprio non vogliamo rinunciare ad un punto luce ad illuminare le nostre mani, ma niente più e niente di pacchiano.

 

Il Cappello, accessorio a cui dedicherò presto un intero post! Il cappello in feltro d’ispirazione maschile diventa un vero must in questa stagione F/W 2015-2016!

 

Ecco, questi sono i principali trend visti sfilare sulle catwalks dell’alta moda parigina e portabili anche nella every day life: si tratta di trend che conferiscono carattere e grinta all’accessorio che può, così, andare a rivitalizzare un outfit più semplice e sobrio.

Insieme a questi, tuttavia, non sono mancati anche gli eccessi. Hanno, infatti, sfilato dei gioielli impensabili! Addirittura delle vere e proprie sculture! Mi ha impressionato un bracciale ispirato (letteralmente!) alle piramidi Egiziane in versione glacial…; hanno sfilato anche orecchini, collane e bracciali in PVC con inserti in pelliccia (sempre e con convinzione, eco-green!), PVC con inserti in cuoio…e un altro trend visto spuntare sulle passerelle sono gli imponenti e grossi piercing facciali (la chiave di lettura relativa a quest’ultimo punto è identificabile in due distinti momenti: si nota il richiamo all’uomo di Neanderthal e ad alcune tribù aborigene con piercing, in corno, che attraversano nasi e fronti…. E anche richiami alla tradizione della nobiltà indiana ed ai gioielli indossati dalle principesse).

 

Chiusa parentesi bijoux altro ed ultimo punto riguarda scialli, scarpe, manti e poncho: scialli e sciarpe in eco pelliccia sono un must have di questa Fall Winter.

La pelliccia (o fur, per i più anglofoni) viene proposta e riproposta secondo tutti i possibili schemi: la vediamo sotto forma di inserti in colletti e polsini, come accessorio su borse e bijoux, stivali in caldo e prezioso marabù e ad impreziosire stole interamente ispirate a preziosissimi e ricercatissimi manti.

 

Questo per ora è tutto. Se avete qualche domanda, lasciate un commento sulla nostra facebook page Silvia Belli – Events (https://www.facebook.com/silviabellievents?ref=aymt_homepage_panel) oppure contattatemi in privato all’indirizzo   mail@silviabelli.com ! Sarò felice di rispondere alle vostre domande con un post scritto apposta per voi!

 

 

READ MORE

Il Tailleur Coordinato: Trend FW 2015-2016

Tailleur, fashion, formal suit, day & night, look androgino

Tailleur, fashion, formal suit, day & night, look androgino

Oggi parliamo di un capo di abbigliamento che ha fatto storia: il tailleur coordinato.

Sebbene sia un look evergreen immancabile nelle cabine armadio di ogni donna, non è sempre stato considerato un capo all’ultimo grido. La sedimentazione storica, infatti, lo ha dipinto come il tipico look formale per situazioni professionali come il lavoro, un colloquio ufficiale, o comunque occasioni professionali e formali, seriose.

Apro una breve parentesi sulla storia di questo emblema della moda femminile.

Pare che il primo tailleur coordinato risalga al 1885 ad opera del sarto John Redfern sotto commissione della principessa del Galles.

Nel corso della storia questo outfit, pratico e confortevole, proprio a partire da queste due sue innate caratteristiche è diventato una sorta di simbolo del femminismo e dell’emancipazione femminile. Inizialmente presentato quasi esclusivamente con blazer e gonna, negli anni ’60 Yves Saint-Laurent ne introduce una versione più androgina con il pantalone.

Oggi il tailleur è il simbolo della donna in carriera: addirittura ricerche scientifiche hanno preso in esame questo capo di abbigliamento stabilendo che questo rigoroso outfit ha un effetto notevole sulla psicologia dell’uomo e sulle sue reazioni: una donna in tailleur, infatti, incute più soggezione e sottomissione rispetto ad una donna vestita in maniera diversa.

Chiusa questa breve parentesi storica, doverosa nei confronti di un capo così intriso di rimandi al passato, torniamo a noi! Vi presento il tailleur coordinato, uno dei principali trend della Fall/Winter 2015-2016!

Ebbene si, i Brand di Alta Moda hanno proposto svariati modelli, sempre in tessuti di particolare qualità e dalle linee ben studiate: linee rigorose ma sinuose, ispirazione androgina ma sempre con una sensuale nota di preziosa femminilità.

Il tailleur oggi non è più solo sinonimo di ufficio: vi sono tailleur più casual per un giorno ma le Grandi Marche hanno proposto preziosissimi coordinati per una sera molto chic!

Ecco, forse è questa la grande novità introdotta in questa stagione: il tailleur diventa glam, si spoglia dalla sua identità di formalità e lavoro e si veste di pailettes, pizzi e luccichii per impreziosire un evento speciale presso la nobilsala di un hotel charmant del centro città piuttosto che un cocktail in un circolo esclusivo!

 

Ma ora, bando alle ciancie! Ed eccovi una gallery di immagini con alcuni esempi di coordinati formali e giorno ed altri invece molto glam night!

 

Se avete ancora qualche curiosità, lasciate un commento sulla nostra facebook page Silvia Belli – Events (https://www.facebook.com/silviabellievents?ref=aymt_homepage_panel) oppure contattatemi in privato all’indirizzo   mail@silviabelli.com ! Sarò felice di rispondere alle vostre domande con un post scritto apposta per voi!

 

 

READ MORE

Lo Stivale: Trend 2015-2016

Trend FW 2015-2016, boots, stivali, winter, stylePer le amanti degli stivali è il momento di far festa!

L’accessorio cult per eccellenza di questa stagione A/I 2015-2016 è lo stivale! Le collezioni propongono tantissimi modelli ma in colori piuttosto invernali: immancabili il nero e il grigio ed assistiamo alla reintroduzione di tinte naturali come il beige (scamosciato), tinta cuoio, cammello, testa di moro.

Ma ora vediamo i modelli più in vista!

 

Cuissardes, Tight High Boots o Coscia

Il must have in assoluto di questa Fall/Winter sono i cuissardes: statuari tight high boots, proposti perlopiù con tacchi vertiginosi, a cui ho dedicato un intero post poco tempo a dietro (potete rileggerlo cliccando su questo link: http://silviabelli.com/blog/cuissardes/ ).

 

Tronchetti o Ankle Boots

Come la moda impone da alcuni anni ormai, i contrasti e gli opposti sono trend sempre sulla cresta dell’onda: quindi, così come i cuissardes (o coscia) sono estremamente di tendenza, dal lato opposto non possono che esserci i tronchetti, trend affermato e riaffermato da diversi anni ormai e sempre di gran moda.

Il tronchetto è quel tocco che può trasformare un look, è quell’elemento dell’outfit che fa la differenza! Ravviva un outfit sobrio e lo rende Rock-to-go e in questa stagione ne vengono proposti svariati modelli!

Lo vediamo proposto:

  • nella versione classica in pelle, che abbraccia la caviglia, con tacchi a cono, sempre molto alti e plateaux a scomparsa;
  • nella versione scollata, scamosciata o in pelle (spesso traforata o intarsiata), con tacchi vertiginosi e sottili;
  • nella versione open toe in nappa, per le più coraggiose, sempre accollato e alto sulla caviglia
  • in versione parigina con stringate dal tacco geometrico molto alto e leggermente inspessito, con inserti in velluto o pizzi;

 

Stivaletti

Il tronchetto, per essere pignoli, è la versione più audace, fashion e glam dello stivaletto, oggi di nuovo molto di tendenza. Infatti, per il giorno, tornano di moda stivaletti che abbracciano la caviglia, casual-sportivi, dal tacco medio e spesso, con suole, il più delle volte, in gomma. Modello molto comodo, ideale da indossare sotto un paio di pantaloni o, per fisici magrissimi, anche con A-Line mini skirts e calze coprenti (almeno 50 denari).

Questa linea, prima quasi monopolio Tod’s, è stata effettivamente proposta da tantissimi brand sia di alto livello che da brand di pronto moda più economici.

 

I Bikers

IBikers faranno da padrone anche in questa stagione. Comodi, pratici, belli, ideali per ogni abbinamento! Rockeggiano su un look rock ‘n’ roll e rendono punk-glam un outfit più sobrio, magari vintage! Ebbene si, eccezionale abbinamento consiste nell’abbinare un bel paio di Bikers borchiati pesanti con un vestitino sopra al ginocchio in un tessuto impalpabile, magari con un micro printing vintage!

 

Il Classico Stivale

La grande novità, è la reintroduzione dei classici stivali (gambali) di gamba medio alta scomparsi, per un lungo periodo, dalle catwalks di alta moda. Ebbene si, anche i brand più prestigiosi, in questa Fall Winter 2015 – 2016 ripropongono i classici stivali, comodi e caldi, che tornano prepotentemente alla ribalta!

Estremamente di moda gli stivali vintage in nappa, in colori naturali come il marron, tinta cuoio o testa di moro, con tacco spesso di altezza media, punta tonda e gamba dritta alta fino al ginocchio da tenere così o da abbassare leggermente (personalmente adoro l’effetto della pelle leggermente abbassata; se un’ecopelle poco pregiata rischia, a lungo andare, di scuoiarsi, la vera pelle, invecchiando, non raggrinzisce mai e, se lavorata e scaldata coi polpastrelli, crea un effetto naturale tipo “onde” molto bello.)

 

I Camperos…. In perfetto stile Boho!

E… udite udite… per non dimenticare l’ispirazione Boho che ha dominato sulle passerelle della Spring Summer appena trascorsa, ecco il ritorno dei Camperos! Si tratta di stivali, rigorosamente in vera pelle pregiata, lavorata, intarsiata e decorata con borchie ottonate, ramate o scure, proposti sempre in tinte naturali come beige, marron, tinta cuoio e testa di moro con punta e tacco sovente a contrasto. Il classico Camperos ha tacco spesso, di media altezza, e punta tonda leggermente all’insù oppure tendenzialmente appuntita, squadrata, poi, sull’estremità.

 

READ MORE