SILVIA SB BELLI

SILVIA SB BELLI

Care Lettrici,

Se seguite il mio blog e leggete gli articoli che scrivo, vi starete chiedendo perché impegnarsi tanto a descrivere un outfit quando scattare una foto (ora che siamo nell’era dei selfie!) sarebbe così semplice e naturale.

Ci sono tantissimi bolg di moda, indubbiamente molto affermati e rinomati, che si basano su autoscatti di preziosissimi abiti di Haute Couture e Prét a Porter e producono immagini e fotografie molto d’impatto ma spesso lontane dalla vita di molte di noi, talvolta per il prezzo degli abiti proposti, talvolta proprio per la stravaganza dei capi rappresentati o per la loro immacolata eleganza.

Come ho già specificato in un mio vecchio post, dedico i miei articoli alle ragazze, alle donne, alle signore che, come me, hanno una vita fatta di studio, di lavoro, meeting coi colleghi, pranzi di lavoro e tempo libero passato tra amici, tra un cocktail in un locale fashion del centro città ed un sushi del Venerdì sera con le amiche di sempre, magari una serata in discoteca ogni tanto, o al cinema o ancora una cena a casa di una coppia di amici di vecchia data, la scampagnata, il weekend al mare o una romantica fuga d’amore a Parigi.

La ragione per cui raramente mi sentite nominare brand o mi vedete postare selfie degli outfit che descrivo è questa: penso che una fotografia limiti molto l’immaginazione rispetto ad un racconto.

A me capita spesso così: se vedo su una rivista una foto di un minidress che mi piace, inizio a cercarne uno simile nei negozi e mi incapponisco su quel preciso modello e su quella linea esatta, rischiando di lasciarmi scappare un outfit simile, magari ancora più bello ma non uguale.

Una descrizione, invece, permette a chi legge di immaginarsi il capo descritto e di inseguire, poi, un outfit che sente davvero suo perché, a partire da una narrativa, se lo è disegnato nella mente, immaginato appunto. E’ con questo intento che preferisco scrivere un post e lasciarvi poi altre immagini di ispirazione che non ritraggono l’outfit descritto.

La mission del mio blog è proprio questa: cercare di darvi le giuste dritte sugli abbinamenti e sulle regole di bon ton, insegnarvi gli strumenti per crearvi uno stile personale ed originale e poi lasciarvi seguire il vostro stile ed il vostro gusto personale che non dovrete abbandonare mai!