Glam, woman, long skirt, gonna lunga, fashion

Glam, woman, long skirt, gonna lunga, fashion

In questo post parlerò della Gonna Lunga, così di tendenza negli ultimi anni.

La gonna lunga è un capo splendido: pratico e comodo, nasconde le piccole imperfezioni, allunga e, di conseguenza, snellisce la figura, molto facile da portare ed è adatta un po’ a tutte le età!

Molto carina da indossare, la gonna lunga è però un indumento daily, giorno e anche prettamente legato alla bella stagione. Per questo è utile seguire alcune piccole accortezze per indossarla nel modo giusto!

Innanzitutto, è importante la lunghezza: il gonnellone deve essere lungo, fino a terra, sempre e comunque.

Inoltre, è un indumento legato al bel tempo: guai ad indossarla con calze, anche – e soprattutto – velate (orrore!).

 

L’Outfit

I contrasti sono sempre molto di tendenza quindi, durante la primavera quando le temperature non sono ancora soffocanti, possiamo permetterci di giocare con i contrasti ed indossare la nostra gonna lunga di chiffon plissettata accostandola ad un top stretto e plain oppure una t-shirt bianca con lettering infilata all’interno della gonna, con sopra un chiodo di pelle. Ai piedi, bikers borchiati!

Altrimenti, pensando alle calde giornate estive, possiamo indossarla così:

Essendo un capo giorno, molto casual, la gonna lunga, o gonnellone, va indossato sempre con scarpe basse: sandali ultra flat, infradito oppure sneakers (per chi proprio non vuole rinunciare a qualche centimetro in più esistono delle sneakers carinissime con la suola leggermente più alta rispetto alla classica). Oggi vanno molto di moda i gonnelloni elasticizzati a righe. Si trovano ovunque. Ecco, questo modello chiama esclusivamente la sneaker! Altri modelli di gonnelloni, invece, come i plissettati in chiffon oppure quelle in lino in stile hippie, etc, permettono più scelta: dalla sneaker al sandalo.

Un capospalla che si sposa bene al nostro gonnellone è il giubbino di jeans, che tutti noi abbiamo nell’armadio! Sia questo un classico giubbottino di jeans cropped (con maniche risvoltate però!) o, ancora meglio, uno smanicato, un gilet sempre in jeans.

Come top si possono scegliere T-shirt lettering o ancora T-shirt leggermente più ampie che scoprono una spalla, sempre da inserire dolcemente dentro la gonna. Tuttavia, creando volume sotto, se non si è perfettamente filiformi, io suggerisco di puntare su un top piuttosto aderente: un crop top, una canotta, liscia o anche a costine sottilissime, una camicetta bianca smanicata molto aderente e sciancrata, una t-shirt elasticizzata o in modal da inserire all’interno della gonna…

 

Come accessoriare il look

Un look casual non richiede troppi accessori. Un raccolto spettinato in testa, una borsa giorno, a sacco o a bauletto, sempre in pelle, un occhiale da sole importante, magari una collana lunga con un pendente ispirato al mondo hippie oppure una bella sciarpa in lino avvolta distrattamente attorno al collo, ed il nostro giorno casual è pronto e accessoriato!

Se magari abbiamo un’occasione per cui vogliamo essere più stylish, possiamo sempre giocare con maxi bracciali gold oppure una corposa catena gold al collo, o ancora un paio di orecchini vistosi; una maxi clutch o una busta particolare, magari in un colore a contrasto e fluo, su stampa pitonata o cocco (la raffinatezza? Nailpolish e clutch della stessa nuance!).

Immancabile l’occhiale da sole, sempre importante!

 

Dunque, facendo un breve recap, le regole base per indossare una gonna lunga al meglio sono queste:

  • La lunghezza della gonna deve raggiungere praticamente terra
  • Il gonnellone va indossato rigorosamente con flats o sneakers
  • Se abbiamo una gonna a vita alta, come i trend impongono, possiamo mettere in risalto il nostro punto vita inserendo i top aderenti all’interno della gonna oppure scegliendo crop tops, anch’essi molto di tendenza. Se invece la gonna è a vita normale o bassa, va indossarla con top stretti e lunghi quasi fino al bacino in modo da evidenziare le forme e nascondere il cinturino della gonna e, poi, spezzare la lunghezza del busto con un gilet in jeans stretto e corto (questo non deve scendere al di sotto del punto vita! Questa accortezza, infatti, serve proprio a “tagliare” l’effetto di lunghezza del busto e, in qualche modo, definire il punto vita.).

 

Spero che queste piccole accortezza vi siano state utili.

Sicuramente si tratta di pezzi basici che tutte noi abbiamo già nell’armadio. Questo ci permette di giocare e mixare i capi che già abbiamo, senza doverne acquistare di nuovi e risparmiando così… in attesa della prossima Fall/Winter!!