FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

Wedding Planner - Via Villa della Regina, 4 - 10131 Torino - Viale delle Betulle, 1 - 10048 Vinovo (Torino)
Chiamaci: +39 344 2381831 it
ruen

Skip to Content

Blog Archives

Wedding Etiquette – Do’s and Don’ts

Sulla base di quale criterio è corretto decidere se i gli invitati possono (o no) portare con sé la propria metà?

Innanzitutto è buona norma considerare un +1 per ogni invitato che ha una relazione consolidata (fidanzamento, convivenza etc.) specificando sull’invito il nome dell’invitato + l’ospite gradito, anche se non si è mai conosciuto quest’altra persona.

Invece si può omettere il tutto per gli invitati single o con relazioni sporadiche.

Se l’invito non specifica “Signor e Sig.ra Pincopallo” lo si deve intendere individuale! Ad ogni modo se, il giorno dell’evento, un invitato si presentasse con un ospite non atteso, niente imbarazzo! Avreste già dovuto concordare con il catering qualche posto a sedere in più per ogni evenienza!

 

On which bases may I decide to whom I should send a two-persons Invitation and to whom I may simply send a single one?

Wedding Etiquette suggests to consider a +1 for each guest in a proper ongoing relationship (engaged, in a living together relationship…). You may simply send a single invitation to friends with casual relationships or not properly committed love affairs.

Moreover, a non verbal message to communicate how many people are implied in the Invitation is writing the full name.

“Red Family” – The invitation will carry the family name if children are welcome

“Mr. and Mrs. Red” – The invitation will carry the both names for a married couple (children are not invited)

“Mr. Red and Miss White” – for an engaged couple;

If the Invitation mentions just “Mr. Red” this must me meant as a one-person Invitation.

However, just in case a last minute unexpected guest appears at the Wedding, no panic! Throughout the whole Wedding organization you surely considered some more extra places to avoid any kind of embracement!

 

Wedding Etiquette and Bon Ton

Wedding Etiquette and Bon Ton

 

Se si sa già in anticipo che una persona sicuramente non potrà essere presente il giorno delle nozze, è buona norma inviargli lo stesso l’invito?

Siccome l’invito ad un matrimonio va di pari passo con l’aspettativa di un regalo, non vorrete mettere in difficoltà la persona che riceve l’invito; non volete che chi riceve l’invito, pur non potendo presenziare fisicamente, si senta in dovere di omaggiarvi con un dono.

Per questa ragione è buona norma evitare di spedire l’invito a persone impossibilitate a partecipare il giorno dell’evento.

Fa eccezione il caso in cui si tratti di parenti o amici stretti; in questo caso si può inviare l’invito allegando una nota, scritta rigorosamente a mano, che specifichi che l’invito è stato mandato a puro scopo commemorativo come biglietto-ricordo legato ad una data così importante.

 

If it’s clear a person is unable to attend, is it polite to send the Wedding Invitation anyway?

Normally a Wedding Invitation goes hand in hand with the expectation of a Wedding Gift. Sending an When you receive a Wedding Invitation you feel compelled to greet the Spouses with a special present. It’s a good idea not to put anyone in this embarrassing situation and is nice not to push nobody to greet you with a present. Sending the Invitation anyway, knowing that the person concerned will be unable to come, may seem a pushing attempt to gather a present at any price.

If the person concerned is a really intimate friend or relative, Wedding Etiquette allows to send the Invitation anyway accompanied by a second handwritten card explaining that the Invitation is just to keep as a memory, a heartfelt memento of this touchy moment in life!

 

Wedding Etiquette and Bon Ton

Wedding Etiquette and Bon Ton

 

Uuuups… Chiacchierando ho parlato del matrimonio ad un conoscente. Adesso lo devo invitare per forza?

E’ possibile parlare del matrimonio senza far seguire l’invito se se ne parla a scopo informativo restando piuttosto vaghi sulla data e sulla lista degli invitati. Se scappa l’argomento, non elargite inviti verbali se poi non avete intenzione di far seguire un invito cartaceo formale.

 

Uuuups! Chatting with a persona I know I by mistake spoke about my Wedding! I didn’t plan to invite too many people. Am I now compelled to invite him anyways?

It’s good practice not to talk into detail about the Wedding with a person you don’t mean to invite. Anyways, if you spoke about the Wedding by mistake, is fine. You are non compelled to make an Invitation follow.

The best thing to do, however, when you talk about the event with a person you don’t mean to invite, is staying as vague as possible and don’t mention all the details about the event; in this case the person will expect a proper Invitation and not receiving it will be perceived as impolite.

 

 

Wedding Etiquette and Bon Ton

Wedding Etiquette and Bon Ton

 

Per non essere scortese devo per forza invitare al matrimonio tutti i miei colleghi di lavoro?

Non è necessario! Può essere un’idea carina invitare al matrimonio un team ristretto (i colleghi con cui si hanno rapporti più affiatati) e organizzare un piccolo rinfresco con gli altri colleghi nei giorni che precedono il matrimonio o che immediatamente lo seguono.

 

Am I supposed to invite to my Wedding all my work colleagues?

No! You are not compelled to!

However it may sound good to invite some of the best team mates to a dinner/tea-party some days before the Marriage or a few days later.

 

Wedding Etiquette and Bon Ton

Wedding Etiquette and Bon Ton

 

Se desidero una festa senza bambini, come faccio a dire agli ospiti di non portare i propri figli con sé?

L’invito al matrimonio indicherà chiaramente il nome del Sig. e Signora seguito dal cognome di famiglia: questa soluzione indica chiaramente che l’invito è rivolto esclusivamente ai genitori tuttavia, se quest’ultimi non capiscono e chiedono ulteriormente se possono portare i propri figli con sé, allora non è scortese spiegare, con una telefonata, che il party è per soli adulti. Sarà importante, una volta presa la decisione, rimanere fermi sulle proprie posizioni senza fare eccezioni (le eccezioni potrebbero risultare scortesi e creare dissapori).

Al contrario, se si vuole rivolgere l’invito alla famiglia allargata, sarà corretto scrivere Fam. seguita dal cognome sull’invito.

Se nella famiglia vi sono figli maggiorenni, allora è consuetudine mandare due inviti separati, uno ai genitori con i rispettivi nomi e uno, separato, al figlio/figlia.

 

If children are not properly welcome to my Wedding Party, how can I tell people not to bring their kids to the venue without sounding rude?

Well, this is a tough point. However the Wedding Etiquette is on our side! Wedding Etiquette in fact suggests as a smart idea not taking small children to important events anyways.

However a non verbal and indirect means of communication could be writing the full names on the Invitation Card as follows: “Mr. and Mrs. Red” – The Invitation Card will carry the both names for a married couple and this kind of formal writing implies that children are not properly welcome (writing “Red Family” instead is an indirect sign that children are welcome to the party).

If the family consists in the two parents and an adult son/daughter, is good practice to send two separate Invitation Cards, one for the parents and one for the offspring.

 

Wedding Etiquette and Bon Ton

Wedding Etiquette and Bon Ton

 

 

READ MORE

Wedding Etiquette – Do’s and Don’ts

Wedding Cake Desing

Wedding Cake Design

Per una cerimonia un po’ unconventional, è possibile evitare il classico taglio della torta?

E’ possibile sostituire il classico taglio della torta con l’allestimento di una confettata e di un angolo dessert molto ricco di ogni prelibatezza! Tuttavia ricordatevi, il taglio della torta è visto come un segnale: indica il primo momento dell’evento dopo il quale gli invitati possono iniziare a congedarsi senza risultare scortesi.

 

Il Bon Ton suggerisce pertanto di mantenere questo momento prezioso della festa. Per chi desidera svincolarsi dalla tradizione sarà possibile allestire, su una base a più piani, le monoporzioni (cupcakes) sormontate, in cima, da una torta (stessa nuance delle monoporzioni e stessa pasta ovviamente!) utilizzata proprio come simbolo. Questa verrà tagliata così: il primo taglio viene fatto dalla sposa con le mani dello sposo giunte attorno alle mani di lei. La prima fetta andrà allo sposo, in segno di amore e devozione. La seconda fetta, sempre offerta dalla sposa, andrà alla suocera. La terza è per la mamma della sposa, la quarta per il suocero e la quinta per il papà della sposa.

A questo punto i camerieri inizieranno a servire le monoporzioni.

 

 

READ MORE

Wedding Etiquette – Do’s and Don’ts

Balloons

Le Fedi ed il Bon Ton

Il Bon Ton dice la sua anche in fatto di fedi, simbolo del matrimonio: essa dev’essere semplice e tondeggiante a rappresentare l’infinito, un cerchio perfetto che non ha né inizio né fine.

 

Cenni storici:

L’origine della fede risale all’Antico Egitto e, tramandata, poi, nelle epoche successive, divenne l’emblema del matrimonio in epoca cristiana.

La tradizione vuole che essa venga portata sull’anulare sinistro. Quest’usanza attribuisce l’importanza all’anulare sinistro in quanto pare che proprio su questo dito sia presente la cosiddetta Vena Amoris, vena che collegherebbe questo dito direttamente al cuore.

Un’altra tradizione che legherebbe la fede proprio al quarto dito della mano trova le sue radici prettamente nella tradizione cattolica: pare che l’officiante, in origine, sfiorasse prima tutte e tre le dita della mano, partendo dal pollice, nominando la Trinità e infilasse, poi, l’anello benedetto sul quarto dito, l’anulare appunto.

Oggi esistono fedi più semplici e più elaborate, più sottili o più spesse, in metalli pregiati come l’oro (giallo, rosso, bianco) e il platino. La possibilità di scelta è vasta. Diciamo che il criterio principale da seguire nella scelta della fede è la resistenza al tempo e alle mode come prima cosa e la sintonia con l’anello di fidanzamento (essa, infatti, dev’essere un arricchimento ed un abbellimento di quest’ultimo) subito dopo. La tradizione (risalente al 1700), inoltre, vuole che esse vengano incise con il nome del rispettivo coniuge (o con le iniziali di entrambi) e con la data del giorno delle Nozze.

 

Wedding Bands

Wedding Bands

 

Wedding Bands

The Wedding Etiquette fixes some rules on the selection of the Wedding Bands as well. Wedding Bands, due to their circular shape, represent infinity and eternity, they don’t have nor a beginning neither an end and they are infinite and eternal like the love that joins together the new couple of spouses.  Wedding Bands should be as simple and clean as possible, they are supposed to be rounded and smoothed, and they are made out of precious metals such as gold (yellow, pink or white gold) and the much more expensive platinum.

 

Background:

Going back in history, we find the first pair of Wedding Bands in Ancient Egypt. Then, during the Christina Era, these rings became the symbol of Marriage and love.

According to tradition, this ring is normally kept on the 4th finger of the left hand, for this reason also called the “ring finger”.

But why exactly the 4th finger?!

Well, according to ancient costumes, during the Catholic Ceremony, the celebrant used to touch each finder of the hand, starting from the thumb, evoking the Trinity. Then, he would have put the ring on the 4th finger right after the prayer.

But why exactly the left hand?!

There’s actually an other tradition according to which exactly on the 4th finger of the left hand runs an essential blood vessel, the so called “Vena Amoris”, that joins this finger directly to the heart.

Nowadays is possible to chose among several different shapes and models: rounded or flat, thicker or slimmer, golden or platinum… Le range of models is pretty wide, however Wedding Etiquette suggests to keep it as simple and traditional as
possible; this little trick will avoid fashion trend pass over and will make the beauty of the ring live for ever!

In fact, an other think that must be taken into consideration while choosing the Wedding Band, is that you’re supposed to
keep the ring on for ever since then, so it should perfectly match with the engagement ring (choosing the same metal and same finishing is a smart idea!).

Last but not least, an other ancient tradition, dating back since 1700, suggests to engrave the inner part of the ring with both the initials of the spouses accompanied by the Wedding Date.

 

Scambio delle Fedi

Scambio delle Fedi (foto in prestito da: FLAVIO BANDIERA WEDDING PHOTOGRAPHY)

 

READ MORE

Wedding Etiquette – Do’s and Don’ts

La sposa può suggerire il mood dell’evento che vorrebbe per la sua Bridal Shower?

La “Bridal Shower”, festa in onore della sposa organizzata normalmente dalle damigelle e dalle amiche più vicine a lei, è una festa tipica della cultura anglosassone che pian piano si sta facendo strada anche da noi in Italia.

Secondo il Bon Ton è buona norma che la sposa non si esponga con eccessive pretese per questo lieto evento e che apprezzi la buona volontà di chi le sta rendendo omaggio con l’organizzazione dell’evento. La sposa deve fare attenzione, più che altro, a non suggerire richieste che farebbero aumentare le spese investite nell’evento; può timidamente suggerire di non amare molto determinate soluzioni (es. non amare i giochi, non amare una determinata cucina etc) però il buon gusto vieta di suggerire o proporre soluzioni che richiedano variazioni nel budget preventivato.

According to the Wedding Etiquette, is the bride allowed to tell her bridesmaids what kind of party she would enjoy the most?

The Bridal Shower, typical of the English culture, is a special party organized by the bridesmaids and the bride’s best friends for the future spouse, in order to help her relax and feel cuddled and loved.

Since the party is organized by friends “not properly” is the best answer to the question above. This kind of event is organized by the bridesmaids and best friends. The bride won’t drop in with any kind of financial duty. This is why she shouldn’t express any kind of whish that could make the budget grow heavier. However the bride may freely express her feelings on the mood of the event, by chance if she really doesn’t appreciate a certain kind of kitchen, or she doesn’t like games etc… she can kindly ask her friends to avoid those specific kinds of entertainment.

Concept_TIFFANY_BLUE

BRIDAL SHOWER E ADDIO AL NUBILATO

Bridal Shower e addio al nubilato possono essere festeggiati in un’unica occasione?

Tassativamente no.

La Bridal Shower è una festa intima a cui possono partecipare la mamma della sposa, le amiche più strette, le damigelle, le

Balloons

parenti più prossime e con cui si ha un rapporto di particolare affetto, purchè tutte donne. Nasce come una festa tranquilla il cui “obiettivo” è quello di far rilassare la sposa, tutta presa dalle incombenze dovute all’organizzazione dell’evento, farla star bene, farla sentire coccolata in un mood familiare e amichevole. Tradizione vuole che si offra un piccolo omaggio alla sposa in questa occasione (nulla di eccessivamente costoso; piuttosto un qualcosa di molto personale che rispecchi i gusti della sposa e dimostri quanto la si conosce profondamente.). Vietati giochi e pensierini hot e di dubbio gusto.

L’Addio al nubilato è invece il momento per svagarsi e divertirsi a più non posso! Se la festa della sposa è organizzata dalle damigelle per la sposa, all’addio al nubilato può partecipare (economicamente!) anche la sposa. In questa occasione via libera anche a pensierini più hot!

 

If time runs fast,  is it possible, according to the Wedding Etiquette, to organize a one single event that merges Bridal Party and Hen Party together all at once?

Negative! Absolutely not!

The two events are completely two different kind of parties with different goals and costumes.

The Bridal Shower is a more intimate party: during this event the Bride should relax and feel peaceful and comfortable chatting with the most important ladies of the family. To this party usually the mother is present, the bridesmaids and the best friends as well. Wedding wants this to be an only-girls-allowed party, so no man is accepted! This is a friendly event but kind of formal at the same time: no kind of too-sexy or hot gifts are allowed!

The Hen Party is a much more informal situation! The Bride may participate to the financial budget due for the event (she may also decide to pay for the whole event as well). There are no limits to fantasy and creativity in the organization of this specific event! Everything is allowed! Having dangerous fun is actually the real goal of this special moment. (Hot and spicy programs and gifts are allowed).

 

Concept_TIFFANY_BLUE

 

LA CENA DI PROVA

La Cena di Prova: come e dove e a chi ne spettano gli oneri finanziari

Prima del Grande Giorno è bene fare una prova: si va in chiesa, insieme ai bambini, damigelle e paggetti, si “prova” l’ingresso, si spiegano loro i rispettivi compiti e si prova il corteo di entrata e di uscita. A conclusione di questo momento, sempre molto emozionante per la sposa, è consuetudine fare una cena di prova, normalmente a casa dello sposo, i cui costi tradizione vuole siano sostenuti dalla famiglia di lui. Originariamente si trattava di un vero e proprio banchetto! Oggi ci sono sempre più strappi a questa tradizione. La cena di prova slitta sempre più a cavallo del grande giorno e gli oneri dell’organizzazione spesso ne offuscano l’importanza. Tendenzialmente parteciperanno i rispettivi genitori degli sposi, i nonni, la damigella d’onore ed, eventualmente, i testimoni di nozze. In quanto alla location, si predilige un pranzo allestito a casa dello sposo eccetto se, per colpa di ritardi e tempistiche errate, la cena dovesse slittare ai pochi giorni che precedono il matrimonio; in questo caso si preferisce organizzare il tutto a casa della futura sposa o in un ristorante limitrofo alla sua abitazione per evitare di fare stancare troppo la sposa prima del Grande Giorno.

 

 

Celebration Dinner Rehearsal

In order to make sure everything flows smooth like silk on the Big Day, it’s a good idea to rehearse some parts of the Ceremony some days before the Wedding date.

The couple should go to church and should try the sumptuous entrance: groom and mother first, following pageboys, the flower girl will follow, the bride and father, finally the bridesmaids.

Rehearsals are really important especially when there are many children playing an active part during the celebration.

To celebrate this touchy moment tradition suggests to organize an intimate dinner with few special guests. The respective mothers and fathers, the future couple, grandparents, the maid of honor, groomsman and, eventually, the most intimate family friends will participate to this special moment.

According to tradition, this dinner used to be a proper big event, somehow a kind of first important banquet prior to the Wedding. This dinner used to take place at the groom’s house and it used to be organized by the groom’s parents.  

Nowadays this tradition is getting lost: due to the short times available to organize several meetings prior to the Wedding, and due to several other factors, this event usually slits in the few days before the Wedding Date. This is why, more and more often, this dinner takes place at the brides house (or in a familiar restaurant near the bride’s house) to help the bride not to get too tired before her special Day.

 

 

BRIDALSHOWER

 

READ MORE