Trend F/W 2015-2016, il cappello, glam, fashion

Trend F/W 2015-2016, il cappello, glam, fashion

Ancora un trend estremamente “In” per questa Fall Winter è il copricapo!

A giocarsi il monopolio ed il titolo di trend leader di questa stagione sono il Colbacco in eco-pelliccia, raffinato e imponente, ispirato alle Zarine Russe, ed il cappello in feltro d’ispirazione maschile, dal carattere sicuro e grintoso.

Il copricapo, nella sua accezione più pregiata e di qualità, non è certo mancato sulle runaway di Alta Moda ma la Fashion Low Cost ed il Pronto Moda non sono certo rimaste indietro presentando moltissimi modelli più affordable, estremamente glam!

Ebbene si, se lasciamo ai Brand di Lusso il monopolio sui colbacchi, pregiatissimi copricapi in pelliccia eco-green che riproducono i manti più pregiati, i Brand Low Cost hanno puntato sul cappello in feltro in stile Borsalino, aggiudicandosene, se non il primato in termini di pregio, sicuramente il primato in termini di modelli e colori!

Le collezioni di questa F/W, infatti, ne hanno proposto svariati modelli: proposti anche il Basco e la Cloche, ma in particolar modo, a dettare legge sono tutti i cappelli dal taglio e dall’impostazione maschile, quindi i Borsalino, i Fedora, i Trilbi, tanto per capirci e le loro varianti a tesa più larga.

 

Le tipologie di cappelli sono veramente molte ma come facciamo a capire quale modello ci dona realmente?

Innanzitutto c’è da dire che il cappello è un accessorio molto importante: rende glam un look casual un po’ understatement, cade alla perfezione su un look metro-chic, indossato con smanicato in eco pelliccia è perfetto ma è splendido anche su un cappotto classico. Insomma è un accessorio versatile, di carattere e dalla forte personalità che deve esaltare i nostri lineamenti addolcendo il nostro viso, motivo per cui la foggia del copricapo andrebbe scelta in base alla nostra morfologia del volto.

 

Ma ora vediamo alcune linee guida per scegliere subito il modello giusto per noi a seconda della forma del nostro viso:

 

– Il VISO OVALE può sbizzarrirsi!

Il viso ovale ha solitamente zigomi pronunciati ed è più ampio all’altezza delle gote rispetto al mento e all’attaccatura dei capelli.

È ritenuto il viso “ideale” e adatto a tutte le fogge. Un viso tendenzialmente ovale può scegliere qualsiasi forma di cappello andando sul sicuro! Quindi sì al Basco, sì ad una Cloce vintage dal sapore retrò, sì al Borsalino, via libera a cappelli a tesa ampia e a preziosissimi Colbacchi voluminosi!

 

– Il Basco per il VISO QUADRATO

La caratteristica di un viso quadrato è che l’ampiezza della fronte è pressoché uguale all’ampiezza della mascella. Se mantenendo queste stesse proporzioni il viso è più allungato verticalmente allora si parla di VISO RETTANGOLARE.

La foggia ideale per armonizzare questo genere di viso consiste in un cappello che dia volume alla parte superiore della testa allungandone la figura senza allargare i lati oppure un cappello che svii l’attenzione dagli spigoli per la sua consistenza morbida e destrutturata.

Il Basco è la linea ideale per questa forma di viso; questa foggia, specialmente se si sposta la tesa leggermente di ¾, distoglie l’attenzione dalle forme spigolose del viso creando, piuttosto, un effetto ottico quasi tondeggiante. Il Basco andrebbe, dunque, ad addolcire i lineamenti di un viso squadrato esaltandone l’espressività.

 

– La Cloche, raffinata e dal sapore retrò, per un VISO A TRIANGOLO ROVESCIATO

Questo tipo di viso è caratterizzato da fronte ampia e mandibola e mento più stretti.

Per questa forma di viso sono indicati cappelli non troppo ampi o sviluppati lateralmente che andrebbero a squilibrare ulteriormente la forma di questo tipo di viso. Quindi no a cappelli ampi e a tesa larga che farebbero sparire il volto ma sì al Basco, spostato leggermente di ¾, ideale per tutti i visi un po’ irregolari, e si ad una Cloche dal sapore vintage e retrò.

 

– Cappelli a tesa ampia per il VISO TRIANGOLARE

Questo viso è caratterizzato da una fronte stretta e una mandibola maggiormente pronunciata. Per riequilibrare le forme è utile creare volume laterale attorno a tutta la testa nella parte alta. Quindi, ideali sono dei cappelli non eccessivamente sviluppati verticalmente ma con tesa abbastanza ampia tutt’attorno alla testa in modo da bilanciare l’ovale.

 

– Borsalino e cappelli a tesa ampia per il VISO ROTONDO

Il volto tondo un viso senza spigoli, dove la distanza tra mento e fronte corrisponde quasi esattamente a quella tra gli zigomi. Per distogliere l’attenzione da questa linea immaginaria che divide il volto in 4 spicchi pressoché uguali è necessario puntare sull’asimmetria e sul diametro verticale: quindi sì al Borsalino classico, anch’esso spostato distrattamente di ¾ , e sì ai cappelli a tesa ampia.

 

Ecco, queste sono un po’ le linee guida per scegliere al meglio il cappello, poi la scelta vera e propria dipende tutta dal vostro gusto personale, da quanto vi sentiate a vostro agio con una foggia piuttosto che un’altra, con un colore piuttosto che un altro.

La self confidence credo sia l’elemento più importante per sentirsi belle e apparire più belle anche agli occhi degli altri!

Io personalmente adoro i cappelli ma non mi trovo a mio agio con tutti i modelli. Per esempio, io non mi vedo per niente con la cuffia: con la mia forma del viso, per il fatto che indosso occhiali e ho pure un voluminoso ciuffo-frangetta, la cuffia non è proprio la foggia che fa il caso mio.  Invece, in particolare, che adoro, ho un colbacco splendido, bianco veramente vintage: è stato un dono che mio padre aveva acquistato per mia mamma durante il suo soggiorno lavorativo in Russia quando ancora erano fidanzati! E oggi…. È diventato mio! (o quasi!). Ho altri due cappelli che adoro e trovo molto versatili, entrambi neri, un Borsalino classico ed uno a tesa ampia. Entrambi li indosso con un look casual chic: un abitino in georgette asimmetrico sdrammatizzato con un paio di bikers piuttosto che un jeans indossato con un chiodo in pelle con uno smanicato in pelliccia (o una pellicciotta manica ¾), oppure, se non fa troppo freddo, con un trench classico o ancora un cappotto, di stile classico e asciutto oppure, più di tendenza, con manica ¾ e leggermente morbido. Ai piedi, bikers, stilettos, tronchetti o… sneakers e stivali da pioggia! A seconda della giornata, dell’occasione d’uso e di quanto prevedo di dover camminare!

Come vedete si tratta di un accessorio glam e molto versatile.

Quindi, ora correte ad acquistare il vostro cappello must have di questa stagione e, se seguirete i miei consigli, troverete subito l’acquisto che farà il caso vostro!

 

Una chicca? Per chi, come me, indossa occhiali da vista, la montatura ideale che chiama il cappello è la montatura in stile “nerd” scura o tartarugata! Provate!

 

Per oggi questo è tutto. Spero il post vi sia piaciuto e abbiate trovato qualche dritta in più per scegliere in tutta sicurezza il vostro prossimo acquisto!

Se avete ancora qualche curiosità, lasciate un commento sulla nostra facebook page Silvia Belli – Events (https://www.facebook.com/silviabellievents?ref=aymt_homepage_panel) oppure contattatemi in privato all’indirizzo   mail@silviabelli.com ! Sarò felice di rispondere alle vostre domande con un post scritto apposta per voi!