Luxury Wedding, glam, shine, fashion, love

Luxury Wedding, glam, shine, fashion, love

Da Maggio ad Ottobre è il periodo dei matrimoni.

Ecco alcuni suggerimenti per essere impeccabili!

 

Innanzitutto, vi sono matrimoni formali, molto formali, eleganti, oppure informali, glam e fashion; vi sono matrimoni di mattina, di pomeriggio e di sera; e vi sono matrimoni molto giovani e quelli dove l’età media è dolcemente superiore. Vi sono matrimoni classici, lussuosi, aristocratici e sofisticati, intimi e raffinati, piuttosto che low cost o ancora pomposi etc…

E continua la lista: vi sono cerimonie religiose, celebrate in preziose cattedrali, vi sono riti civili celebrati in parchi e meravigliosi giardini incantati allestiti ad hoc per il cerimoniale, vi sono riti in municipio e così via.

Questa lunga lista per dire che ogni tipo matrimonio richiede una forma, uno stile, un tono ed un carattere e, affinchè la cerimonia riesca bene, anche gli invitati devono saper intrepretare la giusta chiave di lettura e rispettarla. Vestirsi in modo consono è, infatti, un segno di affetto e rispetto per gli sposi.

 

Il biglietto da visita del matrimonio sono le partecipazioni e, dunque, gli inviti. Da questi preziosi pezzetti di carta si capisce il tono del matrimonio, il livello di formalità/informalità, il dress code etc.

Possiamo evincere tutti questi indizi dal tipo di carta scelta, dalla grafica del biglietto, dalla calligrafia ma, più nello specifico, a darci molte delle risposte alle nostre domande, sono i seguenti elementi:

 

L’orario del matrimonio:

L’orario del matrimonio ci dice molto sull’evento. Un matrimonio di mattina richiederà, normalmente, un’eleganza più sobria; un matrimonio al pomeriggio permetterà già più gioco con i look ed un matrimonio by night offrirà ancora più opzioni, permettendo anche di sfoggiare abiti da Gran Gala, se la location ed il tono dell’evento lo permettono.

 

La location:

Se il matrimonio si tiene in una villa d’epoca, in un castello, in un Palazzo Storico, normalmente avrà un tono formale, classico, estremamente elegante, legato alla tradizione e alle favole, idilliaco, sofisticato e aulico. Suggerirei splendidi tubini in pizzo al ginocchio o A-line dresses, più corti, sempre in pizzo, aderenti bustier dresses steccati, sempre al ginocchio;

Se il matrimonio si tiene presso un circolo di golf, un raffinatissimo bordo piscina, un relais, una roof location, molto probabilmente avrà un tono informal-chic, sempre molto sofisticato e raffinato, ma tendenzialmente glam e fashion. Questa location ci permetterà, dunque, di scegliere un look più glamour, fancy e giovane;

Se il ricevimento si tiene in una location campestre il look potrà essere più informale e country ma non dovete lasciarvi trarre in inganno! Ci sono tantissimi antichi casali interamente ristrutturati in chiave moderna che racchiudono, al proprio interno, dei saloni particolarmente raffinati e charmant!

 

Il tema:

Il più delle volte il tema non è specificato a parole ma si può intuire dal biglietto.

Per esempio, spesso, gli sposi tendono a scegliere un colore come tema del proprio matrimonio e questo viene lasciato trapelare dagli inviti e reso, poi, chiaramente visibile mediante tutti gli allestimenti il giorno stesso dell’evento. Ben inteso gli ospiti non sono costretti a scegliere un abito in quel preciso colore, potrebbe tuttavia essere un’ispirazione per inserti o accessori!

Il tema può anche essere un periodo storico (esempio: The Roaring ‘20es, Gli Anni ’20). In questo caso gli invitati sono caldamente invitati a giocare insieme agli sposi ed abbracciare questa proposta scegliendo dei look, degli accessori o dei dettagli in linea con il tema proposto.

 

Il dress code:

Anche il dress code non è sempre specificato anche se, nei matrimoni contemporanei, è sempre più spesso indicato con chiarezza. Esso va sempre contestualizzato al tipo di matrimonio a cui si partecipa tuttavia vi sono alcune regole base di Bon Ton da rispettare:

Regole al femminile:

  • Bisognerebbe evitare il total black: questa regola rimanda al fatto che il nero era, in principio, il colore dei funerali. Oggi questa regola è un po’ bypassata nel senso che un outfit black è ammesso purchè, però, gli accessori siano a contrasto ed in colori vivaci ed allegri: devono trasmettere gioia!
  • Bisogna evitare il total white: solo la sposa sarà vestita di bianco nel suo giorno più importante!
  • Bisogna evitare gli abiti lunghi se le nozze si svolgono al mattino: per dare un suggerimento, che va poi adattato a seconda del tipo di wedding, possiamo generalizzare dicendo che un matrimonio di mattina richiede un look piuttosto formale, sobrio con lunghezze medie e midi.
  • E’ buona norma indossare un cappello solo nei matrimoni celebrati di giorno

I divieti riservati agli uomini, invece, sono essenzialmente due:

  • No al tight dopo le ore 18:00
  • No ai colori troppo vistosi e shocking

 

Tutte queste indicazioni, tuttavia, sono da contestualizzare, da adattare e poi, insomma, niente eccessi ma solo tanto buon gusto ricordandosi sempre che gli ospiti rappresentano l’elegante cornice al giorno più importante degli sposi.

Un ulteriore suggerimento, facendo sempre riferimento al bon ton, riguarda questa facile regoletta (applicabile anche alla everyday life):

Le cerimonie daily: (ovvero quelle al mattino o comunque di giorno) richiedono un look piuttosto “mat”:

  • Sì a tailleur ed abiti formali, piuttosto sobri, con lunghezze non troppo al di sopra del ginocchio;
  • Sì a grandi cappelli
  • Sì a bijoux come importanti cascate di perle (ebbene sì, la tradizione consigliava alla sposa di evitare le perle il giorno delle nozze perchè si credeva “portassero lacrime”. Tuttavia questa credenza è stata abbandonata da tempo ormai.);
  • Sì a gioielli preziosi e spille in pietre dure; no a glitter, paillettes, sparkles ed eccessivi luccichi (anche i bijoux sono da preferire in tonalità piuttosto opache!)
  • Evitare gli eccessi e colori troppo sgargianti
  • No abiti lunghi.

Le cerimonie tardo pomeridiane: ammettono un look più fashion:

  • Ammesse lunghezze più corte ma con orli mai al di sopra della linea di metà coscia!
  • Via libera ai bijoux: collane, bracciali, cascate di catene, bijoux anche molto luminosi;
  • Sì anche a scollature più importanti, magari lungo la schiena.
  • Ammessi abiti dai colori più saturi e vibranti, vitali (il Bon Ton consiglia di evitare solo il rosso fuoco – oltre ai suddetti bianco e nero – perchè rappresenta la passione carnale ed ha un significato troppo “terreno” e provocante)
  • E di nuovo “no” abiti lunghi e da sera.

Cerimonie serali e by night: sono le nozze più glam e qui possiamo davvero osare e sbizzarrirci (sempre contestualizzando l’evento). Presto dedicherò un post a questo tipo di evento! Qui, a seconda del tema e del mood, possiamo davvero optare per le soluzioni più varie! 

 

Spero il post vi sia stato utile!

Se avete un matrimonio imminente per il quale non sapete proprio che look scegliere, lasciate un commento sulla mia pagina facebook Silvia Belli – Events oppure contattatemi all’indirizzo   mail@silviabelli.com!

Sarò lieta di preparare un post adatto alla vostra specifica occasione d’uso!